1 maggio: Cgil, Cisl e Uil Trapani, ‘solo con garanzia sicurezza può ripartire territorio’ (2)

29

(Adnkronos) – Dal commercio, l’edilizia, la cantieristica navale, il turismo, l’agroalimentare, i tanti settori in crisi richiedono uno sforzo maggiore da parte delle istituzioni. “Non c’è dubbio che siamo davanti a un periodo straordinario che mai avremmo pensato di vivere, ma dobbiamo trovare insieme la strategia migliore per far rinascere Trapani partendo dai settori cruciali per il suo sviluppo”. Le politiche sociali restano fondamentali ancor più in questa fase. “Non bisogna lasciare indietro nessuno – aggiungono Cutrona, La Piana e Tumbarello -, le misure contro la povertà finora messe in campo non possono bastare, ancor meno se si pensa ai tempi troppo lunghi dalle richieste di sussidi, ammortizzatori, all’arrivo delle somme nelle tasche delle famiglie. Intanto la disperazione cresce, così come le disuguaglianze sociali e con questa il numero degli emarginati, di coloro che non hanno alcun sostegno economico”.