1 maggio: Confsal, domani manifestazione a Napoli

23

Napoli, 30 apr. (Labitalia) – Si è tenuta oggi al Gambrinus la conferenza stampa della Confsal in cui il segretario generale, Angelo Raffaele Margiotta, ha presentato la Giornata del lavoro, la manifestazione nazionale organizzata dalla confederazione sindacale autonoma in piazza del Plebiscito a Napoli per celebrare il 1° maggio.

“La scelta di Napoli -ha spiegato- non è casuale perché è dal Sud che può e deve ripartire la crescita del Paese. Su questa sfida la Confsal punta moltissimo. Infatti, a fronte di una percentuale di 200 mld di fatturato in meno rispetto alle altre aree del Paese e di 2,5 mln di occupati in meno, il Mezzogiorno ha un tasso di crescita superiore a quello medio italiano. Il suo pil si attesta sul 2% rispetto all’1,5% nazionale, con punte del 2,4% della Campania”.

C’è, dunque, “l’occasione di recuperare il gap consentendo la crescita del Mezzogiorno che trascinerebbe con sé quella di tutto il Paese. A questo fine la Confsal intende operare su diversi fronti per rendere il Sud sempre più attrattivo per gli investimenti”.

Margiotta ha impegnato la confederazione a diversi cose. – Promuovere la crescita civile del Mezzogiorno, lanciando un vero e proprio rinascimento della legalità. E’ importante, a questo fine, ripartire dalla scuola che non merita l’abbandono cui l’indifferenza della politica l’ha relegata.

– Promuovere un nuovo e più efficace modello di formazione integrata attraverso la creazione di una vera e propria fabbrica delle competenze.

– Promuovere l’economia solidale, una sorta di terza economia che sta tra quella di mercato e quella sommersa e il cui cuore è l’impresa solidale, un nuovo status per le imprese in difficoltà. Grazie a una sorta di ‘tregua fiscale’ concessa dallo Stato per un dato periodo, queste imprese possono continuare a produrre e a occupare i lavoratori. Pur non producendo profitti, esse sono comunque in grado di continuare a produrre ricchezza.

– Scrivere nuove pagine di cultura e di civiltà del lavoro e della contrattazione introducendo nei propri contratti degli elementi di qualità, quali un’indennità di professionalizzazione per i lavoratori e una retribuzione di risultato garantita.

La manifestazione inizia domani mattina alle 11 con la parte giovani e prosegue fino alle 14 circa con i saluti dei segretari delle federazioni aderenti alla Confsal e l’intervento del segretario generale Margiotta. L’evento si apre con il saluto agli iscritti giunti da tutta Italia del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. L’evento si conclude con uno spettacolo di musica live.