1 maggio, la Cisal a Reggio Calabria

33

Reggio Calabria, 27 apr. (Adnkronos/Labitalia) – “La presenza della Cisal a Reggio Calabria il Primo maggio, ospite della Federazione nazionale stampa italiana, testimonia l’impegno della Confederazione a tutela dei diritti e della dignità dei lavoratori, e in particolare la sua attenzione alla drammatica situazione occupazionale che colpisce oggi il Mezzogiorno”. E’ quanto dichiara Francesco Cavallaro, segretario generale della Confederazione e consigliere nazionale Fnsi, alla vigilia della Festa del Lavoro, che quest’anno la Cisal si appresta a celebrare, a fianco del sindacato unitario dei giornalisti, a Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria.

“Ancora una volta -spiega Cavallaro- la Cisal sceglie una città del Sud per onorare la Festa del lavoro. Neppure le più ottimistiche previsioni dell’Istat, che registrano nell’ultimo trimestre un leggero aumento dell’occupazione nel Nord e Centro Italia, riescono a strappare il Sud da una situazione di stagnazione che richiede più che mai politiche innovative, lavoro stabile ed equità sociale”.

“Partecipando alla giornata organizzata dalla Fnsi -ricorda il segretario- la Cisal, che da sessant’anni rivendica, in piena autonomia dai partiti politici, un trattamento dignitoso e più sicurezza per i lavoratori, mette le proprio forze a disposizione di un percorso concreto e condiviso che restituisca al lavoro il valore primario che la Costituzione gli attribuisce”.