100 mln in sette mesi. Unicredit finanzia il Sud

33

Da ottobre 2013 ad oggi, in sette mesi, UniCredit ha concesso circa 100 milioni di euro di finanziamenti, rapidamente resi disponibili alle imprese e aggiuntivi rispetto alla normale Da ottobre 2013 ad oggi, in sette mesi, UniCredit ha concesso circa 100 milioni di euro di finanziamenti, rapidamente resi disponibili alle imprese e aggiuntivi rispetto alla normale attività di erogazione della banca, a oltre 4.100 piccole imprese del Sud. In Campania, invece, sono stati oltre 46 milioni di euro i finanziamenti “veloci” concessi dalla banca, negli ultimi sette mesi, circa di 2.000 piccole aziende del territorio. Sono questi i primi risultati, informa una nota, della procedura “Fast Credit”, messa in campo da UniCredit, grazie alla quale è stato possibile realizzare la nuova iniziativa “C’è un Fido per Te!”, con l’obiettivo ”di mettere a disposizione, velocemente, linee di credito aggiuntive per le piccole imprese del territorio”. Il bacino potenziale di “C’è un Fido per Te” conta circa 200mila clienti in tutta Italia: nel Sud continentale UniCredit ha messo a disposizione in totale 170 milioni di euro di fidi, con l’obiettivo di dare un concreto supporto a circa 30 mila imprese della Regione. In Campania, invece, UniCredit ha messo a disposizione in totale circa 75 milioni di euro finanziamenti “veloci” per circa 15 mila imprese della Regione. “Nel Sud continentale, come nel resto d’Italia, finalmente si comincia a vedere qualche segnale di ripresa – ha detto Felice Delle Femine, regional manager per il Sud Italia di UniCredit – Stiamo assistendo a un ritorno, da parte delle imprese, della domanda di credito a breve per la costituzione di scorte e a qualche timido segnale di ripresa degli investimenti. In questo scenario il nuovo piano industriale di UniCredit prevede l’erogazione di nuova finanza in Italia per circa 120 miliardi di euro, di cui 80 miliardi destinati alle imprese e 40 miliardi alle famiglie. Anche per questo motivo la banca ha inviato le lettere per sollecitare la richiesta di nuovo credito. L’iniziativa infatti continuerà nel corso dell’anno con l’invio in Italia di circa 10 mila lettere al mese finalizzate ad erogare circa 500 milioni di nuova finanza al mese”.