3 Strategie infallibili per il Web Marketing Immobiliare!

57

Vuoi aumentare la visibilità dei tuoi immobili online? Ci sono molte strategie che ti consentono di farlo.

Il web offre un mare di opportunità, ma bisogna prestare molta attenzione.

Per raccontarti qualche strategia vincente online ospito sul blog Massimo Petrucci, esperto di web marketing e lead generation, tra i 100 influencer Social Media Marketer mondiali secondo Onalytica.

Ecco i suoi consigli per aumentare la tua visibilità e quella della tua azienda online: 3 strategie di Web marketing immobiliare.

Un sito bello non serve a nulla se non funziona. “Il design non è come sembra o come appare, il design è come funziona”, è una frase celebre di Steve Jobs.

Massimo parte da questa riflessione per raccontare quali sono le caratteristiche di un sito web immobiliare efficace:

        Deve essere ottimizzato per i motori di ricerca

        Orientato al raggiungimento degli obiettivi

        Avere un design professionale e funzionale

        Presentare annunci ricchi di informazioni

        Consentire una ricerca dell’immobile veloce e intuitiva

Per fare ciò bisogna calarsi nei panni del clienti: «Ricorda che non sei tu a dover usare il tuo sito, ma i tuoi clienti. Loro saranno interessati, innanzitutto ad una piattaforma veloce, semplice e gradevole. Sposta il tuo punto di vista sul cliente e farai un buon lavoro».

La chiave per vendere si chiama landing page

Una pagina web studiata per la vendita di un singolo prodotto o servizio (nel caso specifico di un immobile).

Perché funziona? Perché punta a un pubblico specifico con un solo obiettivo.

Per questo le dimostrazioni di interesse degli utenti possono essere superiori rispetto a un sito web. Massimo racconta che la strategia per fare una landing page di successo è non chiedere troppe informazioni all’utente che dovrà rilasciare i suoi dati in un form, trasformandosi in un lead, ovvero, un contatto. A volte, infatti, è sufficiente richiedere nome, email e numero di telefono. Inoltre, consiglia di adattare la pagina ai clienti. Se per esempio ti rivolgi ai millennials potrebbe essere inutile chiedere il loro numero di telefono perché non sono disposti a “farsi disturbare sul cell”.

In questi casi, meglio una email:

«Ricorda su un sito web sono i clienti che devono cercare le informazioni. Mentre in una landing page sono le informazioni a trovare il cliente».

I tuoi soldi sono nella lista

Per “lista” Massimo intende la newsletter, “creare una lista email è uno dei pilastri del web marketing”. Massimo racconta che una “lista” consente di essere liberi dai social media e di “avere in pugno i proprio contatti”.

Ma come si crea una lista email efficace?

Bisogna partire dalle esigenze del cliente. Uno dei primi passi è creare un questionario nel quale chiedere quali sono i suoi interessi. E poi soddisfare la sua sete di conoscenza con post lunghi, caratterizzati da un’alta qualità di contenuti. Solo così potrai creare una community di appassionati a cui vendere poi i tuoi servizi.

«Con una lista di qualità potresti generare business anche senza un sito web», conclude Massimo.