5 domande (e 5 risposte) sull’assicurazione sulla vita

59

Il settore delle soluzioni assicurative, siano esse polizze sulla vita, contro gli infortuni o per tutelare il lavoro autonomo, è in piena espansione: la pandemia da Coronavirus ha aumentato l’attenzione verso strumenti di questo tipo, con gli italiani sempre più propensi a mettere al sicuro il proprio futuro.

Come si evince dai dati estrapolati da Google Trends, la parola chiave ‘assicurazione sulla vita’ è stata tra le più ricercate su Google, con un incremento, nel 2021, pari a +144,737% rispetto al 2017.

Come si spiega tanto successo? Quali sono le cose da conoscere sulla polizza vita? Ecco 5 domande, e 5 risposte, sull’argomento.

1 – Cos’è l’assicurazione sulla vita?

L’assicurazione sulla vita è la soluzione perfetta per conservare il proprio tenore di vita anche quando si verificano eventi imprevisti. È pensata per rispondere alle esigenze di ogni tasca e, proprio per questo, è personalizzabile sotto molteplici punti di vista.

Si tratta di un vero e proprio scudo contro gli eventi imponderabili della vita, lo strumento più importante per non mettere a repentaglio la quotidianità familiare quando viene a mancare il precettore di reddito.

2 – Come si stipula la polizza vita?

Trattandosi di un vero e proprio contratto, la polizza vita va stipulata con la compagnia assicurativa. MetLife, leader nel settore, consente a tutti gli individui che hanno compiuto la maggiore età di adottare la soluzione: gli eventuali limiti e i dettagli specifici sono esplicati nel singolo contratto.

Prima della sottoscrizione, ovviamente, la compagnia assicuratrice procede con una valutazione preliminare in cui viene eseguita un’analisi dettagliata per valutare la possibilità di per il contraente, il tipo di copertura più adatta e il costo, detto premio.

3 – Anche le persone giuridiche possono stipulare un’assicurazione vita?

Sì, in qualità di contraente, anche una persona giuridica può sottoscrivere un contratto di questo genere. Al contrario, per le persone giuridiche non è possibile rientrare nell’accordo in qualità di assicurato né come beneficiario della polizza stessa.

4 – Come viene scelto il beneficiario?

La scelta del beneficiario può essere fatta dal contraente al momento della stipula del contratto, o anche in un secondo momento: basterà ufficializzare il tutto con una comunicazione scritta alla compagnia di assicurazione.

Uno dei vantaggi fondamentali delle polizze assicurative sulla vita è la possibilità di designare qualsiasi beneficiario, con il contraente che può optare anche per soggetti che non rientrano nel nucleo familiare.

5 – Quali sono i vantaggi delle assicurazioni sulla vita?

Oltre a quello appena visto, gli altri benefici previsti dalle assicurazioni sulla vita firmate MetLife sono:

  1. Elevata personalizzazione: ad esempio, nel corso del contratto è possibile anche cessare il pagamento dei premi stabiliti inizialmente
  2. Disponibilità del capitale: a differenza delle altre soluzioni come l’accumulo sul conto corrente o i titoli di risparmio, le assicurazioni sulla vita garantiscono la disponibilità del capitale nel preciso momento in cui se ne ha bisogno
  3. Una soluzione per tutti: le polizze vita sono adatte ad ogni tasca. MetLife, ad esempio, consente di mettere al sicuro la propria famiglia e il proprio patrimonio con appena 9 euro al mese
  4. Vantaggi fiscali: le polizze vita godono di un regime fiscale particolare, il capitale erogato è esente dall’imposta sul reddito delle persone fisiche e quello liquidato non può essere né pignorato né sequestrato
  5. Attivazione immediata: in linea generale, per attivare le polizze assicurative bastano pochi minuti