Cinque motivi per investire in immobili da subito!

343

Per investire i risparmi hai principalmente 2 scelte, titoli e azioni, o immobili.
Quando hai un po’ di soldi e vuoi accrescerne il valore vieni messo di fronte a questo dilemma.

C’è chi ti suggerisce l’investimento finanziario, chi invece ti dirà di comprare case.
Immagina che io sia l’amico che ti indica la strada dell’investimento immobiliare. Avrei molte frecce al mio arco per convincerti a seguire i miei consigli!
Oggi voglio raccontarti perché investire in immobili è la scelta più saggia e per farlo ti offro ben 5 buone ragioni per iniziare a farlo da subito.

Perché investire in immobili nel 2018
La prima cosa che salta subito all’occhio è che “Tutti hanno bisogno di un posto dove vivere”.
Ci sarà sempre mercato ed è una scelta che non è legata a trend del momento che appaiono per poi scomparire, come capita in altri ambiti.
Questa premessa serve per entrare subito nel vivo dei vantaggi dell’investire oggi in immobili. Sono tanti ma ho scelto di selezionare i 5 di maggiore rilievo.

1. Apprezzamento
In parole semplici, è la crescita del valore della tua proprietà immobiliare nel tempo. La storia insegna che il valore del mercato immobiliare continua a salire se analizziamo un periodo esteso di tempo. Questo non vuol dire che il settore è esente da recessioni, l’immobiliare attraversa delle fasi cicliche, tuttavia, ne esce sempre più rafforzato e il suo valore aumenta nel tempo.
2. Un’assicurazione contro l’inflazione
L’inflazione è il tasso che misura la crescita dei costi di beni e servizi nel tempo. Man mano che l’inflazione cresce aumentano i prezzi, mentre diminuisce il tuo potere di acquisto. Qual è il rischio? Se hai messo soldi in banca, nel tempo varranno di meno proprio perché per via dell’inflazione si ridurrà il tuo potere di acquisto. Rispetto ad altre forme di investimento, l’immobiliare non corre questo pericoli: i prezzi crescono all’aumentare dell’inflazione.
Questo significa che anche i soldi che hai investito in immobili aumenteranno sulla base dell’incremento dell’inflazione.
3. Flusso di cassa
Il flusso di cassa o meglio “cash flow” è tra i maggiori benefici dell’investimento in immobili, rispetto al mercato azionario. L’immobiliare, se saprai operare con saggezza, ti fornirà un cash flow solido, e soprattutto prevedibile. Questo avviene nel caso in cui tu voglia mettere a reddito un immobile: avrai allora un inquilino dal quale dovrai aspettarti un pagamento mensile. Se sei bravo e hai fatto le cose per bene, l’affitto coprirà il debito che semmai hai contratto con la banca per comprare la proprietà e i costi di riparazioni e ristrutturazioni necessarie nel tempo.
Sempre se sei stato bravo, il cash flow mensile sarà sufficiente a garantirti soldi extra ogni mese, che potrai utilizzare in due modi:
• Per ripagare più velocemente il tuo debito con l’istituto finanziario
• Per raccogliere i capitali giusti per investire in altre operazioni
4. La leva
Nei miei corsi come nei miei libri, mi è capitato spesso di parlare della leva, uno dei grandi vantaggi che garantisce l’investimento immobiliare. La leva è l’uso di capitale prestato per fare crescere il ritorno potenziale di un investimento. Es. se acquisti una proprietà per 100mila euro, il 10% sono soldi tuoi, mentre il restante 90mila li ottieni con un mutuo.
Ora se sarai bravo potrai fare profitto facendo crescere il valore della proprietà. Se riesci a portarla a 120mila euro, avrai raggiunto un incremento del 20%. Potrai allora vendere la proprietà, ripagare alla banca i 90mila iniziali (più gli interessi) e tenere per te la parte restante dei ricavi.
5. I vantaggi fiscali
Sono tanti i bonus e i benefici fiscali garantiti a chi acquista casa o la ristruttura. Eccone alcuni approvati negli ultimi anni:
• Agevolazioni se compri e affitti. Se vuoi acquistare una casa nuova, ristrutturarla e poi affittarla, hai dritto a una deduzione Irpef del 20% sul prezzo o costo dell’immobile fino a 300mila euro. La deduzione la recuperi in otto anni, la casa deve appartenere alla classe energetica A o B.
• Un bonus se ristrutturi. È una decisione stabilita dalla legge di bilancio. Gli interventi di ristrutturazione sono detraibili al 50% dall’Irpef.
• Detrazione Iva. Se acquisti case (classe energetica A e B) ottieni una detrazione Irpef del 50% dell’Iva pagata sulla base dell’acquisto.
• Detrazione sugli interessi. Se paghi un mutuo per l’acquisto della casa, come abitazione principale, avrai una detrazione del 19% sugli interessi, fino a un massimo di 4mila euro.

Da questi 5 punti puoi evincere che investire nel mattone ad oggi è sicuramente l’investimento più sicuro, hai più agevolazioni, un rischio minore ed un maggiore margine di guadagno.

Buona Vita
Antonio Leone