Il 5G della Tim alle Universiadi. Napoli, Roma e Torino città pilota della connessione superveloce

109

Parte presso il Villaggio delle Universiadi di Napoli il servizio di telefonia mobile 5G della Tim, insieme a Roma e Torino. Entro la fine del 2019 è previsto il suo arrivo in altre sei città italiane: Bari, Bologna, Firenze, Matera, Milano e Verona, con velocità fino a 2 Gigabit al secondo, mentre è già stato coperto interamente il territorio della Repubblica di San Marino. Per il 2021 il 5G dovrebbe sbarcare in 120 città in tutto, con una velocità che aumenterà progressivamente fino a 10 Gigabit per secondo (Gbps) e una copertura complessiva del 22% della popolazione. “Siamo davvero molto lieti di supportare il lancio di una delle più veloci reti 5G al mondo”, commenta Emanuele Iannetti, amministratore delegato di Ericsson, che ha messo in campo hardware, software e soluzioni per Tim. “L’introduzione di questa rete creerà una potente piattaforma per l’innovazione. I consumatori – prosegue Iannetti – trarranno vantaggio da un’esperienza di livello premium con velocità più elevate e copertura migliore, mentre le nuove funzionalità wireless accelereranno la trasformazione digitale dei settori industriali italiani”. Tim offrirà anche il roaming 5G in sei Paesi, iniziando entro luglio con Austria, Gran Bretagna e Svizzera, per proseguire successivamente con Spagna, Germania ed Emirati Arabi. “Tim sta lanciando la trasformazione digitale del Paese con il 5G”, dichiara Elisabetta Romano, a capo del settore tecnologico di Tim, “attraverso la progressiva implementazione della nuova tecnologia nelle principali città e distretti industriali”.