A Bologna festeggiamenti per 80 anni di Manutencoop

9

Bologna, 20 nov. (AdnKronos) – Una grande foto di gruppo che ha voluto idealmente immortalare tutti i dipendenti, i soci e gli stakeholder che in questi ottant’anni hanno costruito il successo di Rekeep. Si sono chiusi così, al Teatro Comunale di Bologna, dopo un’intensa serata a cui hanno preso parte oltre 800 persone, i festeggiamenti per gli 80 anni del Gruppo leader in Italia nell’Integrated facility Management.

“Alfabeto sentimentale” il titolo dell’evento che ha visto sul palco insieme a Claudio Levorato, presidente di Manutencoop Società Cooperativa, holding di controllo del Gruppo, e Giuliano Di Bernardo, presidente e ad di Rekeep S.p.A., il conduttore della serata, il giornalista Massimo Gramellini e tanti ospiti, dal filosofo Umberto Galimberti all’alpinista Nives Meroi passando per Stefano Massini, Federico Rampini, Massimo Cirri e un contributo video del presidente del Fai Andrea Carandini, per raccontare la società attraverso le parole ed i valori che sono stati la chiave del suo successo: sentimenti, riscatto, sostenibilità, cura, bene comune, superamento dei limiti.

Una storia iniziata il 18 novembre 1938 quando 16 operai “visionari” si costituirono in Cooperativa, magistralmente raccontata nel documentario dal titolo “Manutencoop. Una storia lunga 80 anni” dei registi bolognesi, Michele Mellara e Alessandro Rossi, che ha aperto la serata e in cui documenti dell’archivio aziendale si sono intrecciati ad immagini e video storici della città, dall’arrivo di Hitler a Bologna, a fotogrammi della città negli anni ’60 e ’70, ai funerali delle vittime del 2 agosto in Piazza Maggiore, fino a documenti dei giorni nostri.

L’evento ha concluso il tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, l’iniziativa che ha portato 800 capolavori della letteratura straniera tradotti in italiano – selezionati dalla giornalista e scrittrice Loredana Lipperini – nelle piazze di alcune delle più importanti città della penisola, facendoli, quindi, uscire dal loro spazio fisico abituale.

Dopo le tappe di Firenze, Verona e Catania, il Foyer del Teatro Comunale, luogo storico e cuore dell’Opera, ha aperto le sue porte alla biblioteca itinerante, animandosi per una settimana dal 13 al 18 novembre, con letture dei volumi interpretate dall’attore Ivan Olivieri e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani e internazionali, tra cui Federico Rampini, Tommaso Labate e Giorgia Tribuiani.

L’iniziativa ha portato anche alla donazione da parte di Rekeep alle Biblioteche dei Comuni di Firenze, Verona, Catania e Bologna con cui ha organizzato la manifestazione, di ben 3.200 volumi che andranno ad arricchire i fondi librari cittadini. Si tratta di un piccolo regalo che il Gruppo ha voluto fare in occasione del proprio compleanno ai territori in cui è cresciuto e negli anni ha radicato la propria presenza. Centinaia le persone che grazie al prestito nelle biblioteche allestite nelle piazze delle diverse città hanno potuto fruire dei volumi messi a disposizione da Rekeep.

Nata sotto gli auspici del centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (Mibact), “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” si è posta l’obiettivo di sostenere i valori della multiculturalità e dell’integrazione attraverso la cultura e, in particolare, la lingua, anche alla luce delle caratteristiche peculiari del Gruppo Rekeep, una realtà composta da lavoratori di oltre 90 nazionalità diverse, e, pertanto, un esempio concreto di condivisione, di attenzione al capitale umano e di convivenza all’interno dell’ambiente lavorativo, grazie anche alla comunicazione mediante una lingua comune: l’italiano.

L’iniziativa, inoltre, ha voluto promuovere la nuova denominazione “Rekeep” adottata ufficialmente dalla società dallo scorso luglio. Un nome che nasce dall’unione del prefisso “Re”, a sottolineare un nuovo inizio a seguito della proiezione internazionale della Società, con la parola “Keep”, per il suo significato di tenere, mantenere, conservare, continuare, richiamando, quindi, in maniera immediata la missione del Gruppo che si “prende cura” della qualità degli ambienti in cui vivono le persone per migliorarne la qualità complessiva di vita.

Il programma delle iniziative promosse in occasione dell’adozione della nuova denominazione sociale e dei primi 80 anni dalla fondazione del Gruppo, ha visto anche la preziosa collaborazione con il Fai – Fondo Ambiente Italiano che ha visto Rekeep quale sponsor, per la prima volta, delle Giornate Fai d’Autunno per tradurre i valori di cura e manutenzione del Gruppo anche in un sostegno a chi si prende cura del paesaggio e del patrimonio culturale italiano.