A Fabio Pisano il Premio Ugo Betti per la Drammaturgia

19
(dal profilo Facebook di Fabio Pisano)

E’ stato assegnato con voto unanime all’autore napoletano Fabio Pisano (per l’opera “Il numero esatto”) il Premio Ugo Betti per la Drammaturgia 2024.  La cerimonia si è svolta ieri all’Auditorium Andrea Bocelli (Accademia della Musica) di Camerino, nel corso della XIX edizione del concorso nazionale organizzato dal Comune marchigiano con il suo Centro studi teatrali e letterari Ugo Betti, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Camerino. A questa edizione hanno partecipato 22 autori provenienti da più parti d’Italia (Bari, Udine, Verona, Grosseto, Catanzaro, Bologna, Foggia, Napoli, Milano e dalla Svizzera.

Fabio Pisano nasce a Napoli il 27 settembre del 1986. Dopo il aver completato il percorso di studi in scienze biotecnologiche, studia drammaturgia con maestri della scena internazionale, tra cui Mark Ravenhill, Martin Crimp, Enzo Moscato, Laura Curino, Davide Carnevali; fertile l’incontro con la nuova scena spagnola e i suoi protagonisti tra cui Ana Fernandez Valbuena, Josè Manuel Mora, e con Esteve Soler. In seguito si avvicina alla regia grazie alla conoscenza e allo studio con registi quali Luis Pasqual, Oskaras Korsunovas, Massimiliano Civica. I suoi testi sono rappresentati in Italia e all’estero, dal teatro Bellini al Piccolo Teatro Grassi di Milano. Vince diversi premi, tra cui il premio Hystrio con il testo “Hospes, -itis”, il Premio Salvatore Quasimodo, il Premio Fersen che gli è valsa la pubblicazione del testo “Una Storia di Impossibilità”, l’Italian & American Playwrights Project/3rd edition; si avvicina alla scrittura per il cinema, da soggettista e sceneggiatore del corto “Le (S)confessioni”, che riceve diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui la “Honorable Mention For Best Original Story” al festival Internazionale ISA – Indipendent Shorts Awards di Los Angeles; da soggettista del lungometraggio “Celeste”, arriva in finale del Premio Solinas 2021. Vincitore del Premio Nuove Sensibilità 2.0 / Fondo di Garanzia per le Idee, promosso dal Teatro Pubblico Campano (2022), oggi ottiene anche il podio del XIX Premio Ugo Betti per la drammaturgia di Camerino. I Premi Ugo Betti per la drammaturgia e Ugo Betti per i giovani assegnati in questa settimana sono stati approvati e deliberati dal consiglio comunale di Camerino secondo quanto predisposto dai componenti del Centro studi teatrali e letterari “Ugo Betti”: il direttore tecnico-scientifico Francesco Rosati, Carla Carotenuto, Angela Amici, Sonia Cavirani e la segretaria Donatella Pazzelli.