A Foggia fra cultura e impresa due giovani fratelli puntano sul territorio

20

Foggia, 1 feb. (Labitalia) – Promuovere la cultura a 360 gradi e il territorio è la sfida lanciata dai fratelli Lioce – Nicola, classe ’81, e Andrea, classe ’85, entrambi laureati in Economia e con una forte propensione all’innovazione nel food – che, dopo aver lavorato in Italia e all’estero, hanno deciso di portare a casa, nei punti vendita di famiglia, l’esperienza maturata. Ed è così che i giovani imprenditori stanno costruendo intorno al brand ‘Carni e Affini’ un’identità rinnovata nello stile, nel linguaggio, nel dialogo con i fruitori, che testimonia il forte radicamento sul territorio.

Nicola e Andrea, che già l’anno scorso avevano sostenuto il ‘Festival della letteratura mediterranea’, manifestazione che vanta ben 15 edizioni e che ha reso la città di Lucera (Foggia) luogo di incontro per scrittori, giornalisti e artisti di diversa nazionalità, hanno scelto di continuare sulla strada intrapresa, supportando la stagione teatrale 2017/2018 a cura di Fabrizio Gifuni e Natalia Di Iorio.

Oltre ad essere sponsor de ‘La PrimaVera Stagione’, hanno deciso di organizzare una degustazione in occasione di alcuni degli spettacoli in programma al Teatro Garibaldi. L’iniziativa, che ha riscosso successo ed è stata apprezzata dal pubblico, è partita con lo spettacolo ‘L’uomo seme’ di e con Sonia Bergamasco e continuerà con i prossimi appuntamenti fino al 10 maggio.

“Crediamo che la cultura sia il motore di tutto e intendiamo spenderci fino in fondo per valorizzarla, partendo dalla letteratura e dal teatro, per arrivare a far capire che anche quella del mangiare bene e sano è cultura”, affermano i fratelli Lioce, che mirano a diffondere la consapevolezza delle scelte alimentari e a far riscoprire le tradizioni e i prodotti lavorati in maniera artigianale. “Il nostro obiettivo è creare boutique dove tutti possano sentirsi a casa e trovare la qualità a prezzi accessibili, perché siamo convinti che il benessere parta dalla tavola”, dichiarano Nicola e Andrea.

Così, da circa un anno, hanno inaugurato un punto vendita di nuova generazione ‘Carni e Affini’ anche a Lucera dove, tra le altre cose, è presente uno spazio dedicato alla cucina. Un corner destinato alla degustazione e alla sperimentazione, pensato per coinvolgere, far assaporare, emozionare, dove, una volta a settimana, si presenta un prodotto e si propongono nuove ricette che chiunque può replicare a casa. “Perché l’obiettivo è avvicinare le persone al nostro mondo, portare in ogni casa valori come qualità, freschezza, attenzione a ciò che si mangia”, precisano Nicola e Andrea Lioce. A tutto questo si somma la gentilezza e la disponibilità del personale.

“Questa nuova apertura a Lucera rappresenta anche un’opportunità di lavoro per dieci persone, che abbiamo selezionato sul posto perché crediamo in una politica di radicamento territoriale che ci permette di sostenere l’economia locale, investendo risorse per creare occupazione e servizi”, affermano i fratelli Lioce che aggiungono: “Ci sentiamo parte di questa comunità con la quale entriamo in contatto quotidianamente, con una grande predisposizione al confronto e all’ascolto, per cercare di soddisfarne a pieno i bisogni”.