A Melfi la rabbia di Pomigliano
Gli operai contro il Jobs act

43

Migliaia di volantini e rotoli di carta igienica – con etichettati slogan contro il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il jobs act – sono stati distribuiti oggi agli operai dello Migliaia di volantini e rotoli di carta igienica – con etichettati slogan contro il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il jobs act – sono stati distribuiti oggi agli operai dello stabilimento di Melfi di Fca da alcuni operai dello stabilimento di Pomigliano d’Arco (Napoli) licenziati nel giugno 2014, da attivisti “no triv” e dei cobas della Campania. La manifestazione, la prima del genere davanti ad una fabbrica di Fca, era stata organizzata sulla base dell’annuncio di una visita del Presidente del Consiglio a Melfi (la data è tuttora da stabilire). Ogni lavoratore in entrata e in uscita dallo stabilimento di Melfi, stamani, ha ricevuto un rotolo di carta igienica (con la scritta “Le promesse di Renzi sono carta per il cesso“) e un volantino con dure critiche alla riforma del lavoro e l’invito al Governo ad occuparsi dei migliaia di cassintegrati e licenziati: “Stiamo pensando – ha detto Mimmo Mignano, uno degli attivisti presenti alla manifestazione di Melfi – di rifare la stessa iniziativa davanti a tutte le fabbriche di Fiat Chrysler Automobiles d’Italia, perché dovunque le condizioni degli operai sono drammatiche“.