A Napoli navigare non è mai stato così facile, la Campania lancia il sesto contratto di rete

28

E’ stata costituita a Napoli la rete di imprese della nautica campana “Navigare non è mai stato così facile”. Ne fanno parte cantieri, aziende di servizi tecnici, aziende di servizi comuni, E’ stata costituita a Napoli la rete di imprese della nautica campana “Navigare non è mai stato così facile”. Ne fanno parte cantieri, aziende di servizi tecnici, aziende di servizi comuni, marine e porti turistici. La rete è un contratto fra imprese che consente a più imprenditori di unirsi allo scopo di accrescere – individualmente e collettivamente – la propria capacità innovativa e competitiva sul mercato, collaborando in forme e in ambiti attinenti alle proprie operatività, oppure scambiandosi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica. Gli aderenti – Il contratto di rete, denominato “Campania Mare Net”, è stato sottoscritto da 8 imprese: Alfalyrae Srl, Cantieri Di Donato Srl, Delta Sail, Enif Impianti, IRM Industrial Risk Management Srl, MecMare Srl, Marine Engeneering SAS, Cuomo Marine Srl. E’ prevista l’erogazione di un’offerta qualificata di servizi per i diportisti possessori di una apposita “carta” in grado di garantire un bouquet di servizi molto vario (assistenza tecnica ed amministrativa, prenotazione ormeggi, offerta integrata servizi turistici), allo scopo di destagionalizzare la passione nautica, del mare e del turismo e di creare valore aggiunto per turisti e diportisti nella fruizione di un patrimonio naturale senza eguali. I dati di Unioncamere – Secondo il monitoraggio sui contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, lo strumento si sta diffondendo sempre di più su scala nazionale. Al primo dicembre 2013 è stata quasi raggiunta la soglia dei 1.300 contratti ed il numero dei soggetti coinvolti è pari a circa 6.400 unità, distribuite tra 105 province e 20 regioni. In Campania sono attivi 62 contratti di rete per un totale di 194 realtà coinvolte. Sul piatto 10 milioni di euro – “Dall’avvio del piano regionale di sviluppo delle reti d’impresa, quello del comparto nautico è il sesto contratto sottoscritto. Un risultato incoraggiante che conferma la validità di puntare sul contratto di rete. Per consolidare lo strumento reti d’impresa abbiamo predisposto, nell’ambito del fondo di 150 milioni a favore delle Pmi campane, uno stanziamento di 10 milioni di euro, individuando Sviluppo Campania quale gestore della misura. – spiega l’assessore alle Attività produttive della Regione Campania Fulvio Martusciello – La rete permette di preservare i vantaggi delle piccole realtà imprenditoriali, quali l’elevata specializzazione, la flessibilità e la capacità di adattamento ai mercati e di superare i limiti dimensionali delle singole aziende, permettendo loro di implementare le proprie capacità tecnologiche e di espandere il proprio business all’estero”.