A Roma riapre il Gay Village, ‘resistenza’ Arcobaleno

37

Roma, 22 mag. (AdnKronos) – “Qui si fa la resistenza. Questa manifestazione oggi più che mai è una manifestazione politica. Chi dice che è solo una discoteca dice una gran caz..ta!” Imma Battaglia, storica leader del movimento lgbt, non usa giri di parole per presentare la 17ma edizione del Gay Village, che riapre i battenti, con la sua proposta multiforme di spettacoli teatrali, presentazioni di libri, drug show, cinema, concerti, cucina e dj set, dal 31 maggio all’8 settembre, tornando al quartiere Testaccio, nel piazzale della Città dell’Altra Economia, a pochi passi da dove si erano svolte le prime tre edizioni dal 2002 al 2004, prima del trasloco al Parco del Ninfeo all’Eur.

“Ci abbiamo messo un po’ a capire che in realtà quel decentramento era un modo di esiliarci, in un quartiere che respingeva la nostra proposta culturale, e gli ultimi sviluppi politici non fanno sperare niente di buono”, aggiunge Battaglia, che alla fine della scorsa edizione aveva annunciato che non avrebbe più organizzato il villaggio arcobaleno.

A convincerla a ripartire è stata una imprenditrice milanese, l’immobiliarista Deborah Furci: “É stata lei a dirmi di non mollare e ad offrire la sua collaborazione. Poi c’è stato l’accordo con la Città dell’Altra Economia (Cae), che è un luogo di resistenza di questa città così come la Casa Internazionale delle Donne, cui la sindaca Raggi vuole dare un colpo letale, e il Gay Village”, dice Battaglia.

“Grazie al Cae, rinconquistiamo gli spazi, la città e il quartiere. Ma purtroppo non avete idea cosa si sta già scatenando contro di noi a Testaccio. Eppure – sottolinea battaglia – portiamo posti di lavoro, un enorme indotto, attenzione a far girare l’economia del quartiere, tanto che tutto l’approvigionamento per la ristorazione del villaggio, affidata quest’anno al coordinamento di Simone Salvati, verrà fatto al mercato di Testaccio”.

“Inoltre, per tranquillizzare gli ‘sceriffi dei decibel’, abbiamo adottato una costosa tecnologia all’avanguardia perché il suono del dj set non disturbi l’area circostante”, sottolinea Battaglia, tranquillizzando anche gli animalisti preoccupati per i cavalli delle ‘botticelle’ che dormono in uno spazio attiguo ai 20.000 metri quadrati occupati dal Gay Village. Il villaggio sarà aperto 7 giorni su 7 (a partire dalle 19) con una politica dei prezzi rinnovata: dalla domenica al mercoledì l’ingresso sarà gratuito mentre giovedì, venerdì e sabato si pagheranno 3 euro se si entrerà entro le 21 e, rispettivamente 10, 12 e 15 euro (con un drink incluso) dalle 21 in poi.

Ogni sera sui due palchi e sulle due piste da ballo si succederanno proposte per tutti i gusti: le interviste-spettacolo da Pino Strabioli (arriveranno tra gli altri Franca Leosini, Drusilla Foer, Syria, Lucia Ocone Gianmarco Tognazzi e Gino Castaldo), gli spettacoli di cabaret, stand up comedy e teatro musicale (tra i protagonisti più attesi Michela Andreozzi e Massimiliano Vado, il collettivo femminile U.G.O. e Andrea Rivera).

In programma anche tantissimi concerti (tra cui gli omaggi ad Anna Magnani, Edith Piaf e Fabrizio De Andrè) e dj set che spazieranno dalle tendenze più attuali al recupero delle hit dei decenni passati (la proposta musicale e coordinata da Paola Dee). Confermato anche il talent show ‘Gay Village Academy’. Tra le novità assolute di questa edizione (che vedrà arrivare per la prima volta a Roma, dall’11 al 13 luglio, anche i giochi europei Lgbt, in coincidenza con gli Italian Gaymes) gli spettacoli di burlesque, le lezioni di yoga al tramonto e un’area dedicata agli amici a quattro zampe, dove chi vorrà potrà lasciare in mani esperte i propri cani e riprenderli a fine serata.

Ad inaugurare l’edizione 2018, il 31 maggio, sarà la ‘madrina’ Ilenia Pastorelli. Interverranno, tra gli altri, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che da sempre sostiene la manifestazione, l’on. Stefania Pezzopane, che lancerà un messaggio contro il bullismo e la denigrazione del diverso, e Giovanni Ciacci, reduce dall’edizione di ‘Ballando con le stelle’ che lo ha visto ballare in coppia con Raimondo Todaro, A fare gli onori di casa saranno Imma Battaglia e la compagna attrice Eva Grimaldi: “Che presto sarà mia moglie”, ha annunciato oggi.