A Sanremo la manifattura salentina

78
In foto Achille Lauro

Sono due piccole aziende salentine ad aver realizzato l’iconica tutina indossata da Achille Lauro a Sanremo. Da un’idea del direttore creativo Alessandro Michele che sta rivoluzionando il brand Gucci, due aziende di Nardò e Galatina hanno creato il costume: Barbetta e Gda Officina tessile.
Il gruppo Barbetta, che confeziona articoli in jersey, ha realizzato la tutina e Gda Officina tessile si è occupata della lavorazione e applicazione degli swarovski.
Luciano Barbetta, dopo una breve esperienza di artigiano, apre nel 1973 una piccola impresa per confezionare articoli in jersey di elevata manifattura, specializzandosi sempre più nella produzione nel settore dell’abbigliamento di lusso e nella fornitura di servizi alle più importanti case di moda, affiancandole nella realizzazione del prodotto in tutte le sue fasi. La produzione annuale è in costante aumento e oggi, dopo più di 40 anni, si aggira intorno ai 270mila capi annui, con l’impiego di circa 300 addetti tra produzione interna e network del villaggio, oltre l’indotto.
Durante il suo percorso, Barbetta ha stretto importanti partnership con altre realtà del territorio dando vita ad un piccolo villaggio con più di dieci imprese, complementari e collegate tra loro, che garantiscono all’azienda la possibilità di realizzare capi in jersey con particolari lavorazioni e diversi mix di materiali. Per la creazione della tutina, ha infatti collaborato con l’azienda GDA, Gruppo Decorartex Accessori, che è leader nel disegno e nell’applicazione di ricami, strass, borchie e stampe. Decorartex utilizza tecniche che permettono di realizzare capi unici e innovativi, sempre all’avanguardia. È infatti fornitore di marchi del lusso come Gucci, Dolce e Gabbana e Versace.
Questo mix di artigianalità e ricerca sul prodotto, tutto made in Sud, porta il Salento a stupire dal palco del Festival di Sanremo.