“A Saviano raddoppio la scorta”, Salvini spiega perché

6

Roma, 26 ott. (AdnKronos) – La questione della scorta di Saviano va avanti da tempo. “Voglio raddoppiare la scorta” allo scrittore, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso della presentazione del libro di Lilli Gruber, ‘Inganno’, al Tempio di Adriano a Roma. “Se, poi, gli toccano un’unghia diventa colpa mia” dice, riferendosi alle misure di protezione e alle minacce della criminalità organizzata a Saviano.