A scuola di start-up
Prima finale a Napoli

13

Dare la possibilità ai più giovani di mettersi alla prova e confrontarsi direttamente sull’idea di impresa con esperti, imprenditori ed investitori, così da far vivere una Dare la possibilità ai più giovani di mettersi alla prova e confrontarsi direttamente sull’idea di impresa con esperti, imprenditori ed investitori, così da far vivere una esperienza reale di valutazione da parte di probabili finanziatori. Con questo obiettivo è in programma oggi all’Unione degli Industriali di Napoli la prima finale del progetto ‘A Scuola di Startup’, promosso dai Giovani Imprenditori della Campania, in collaborazione con auLAB e il Polo Qualità di Napoli, e la partecipazione straordinaria di Barcamper. La seconda finale si svolgerà domani a Salerno nella sede della Confindustria locale. I progetti vincitori verranno individuati da una commissione speciale di imprenditori e investitori e saranno scelti tra i progetti di start-up che gli studenti di 10 Istituti campani presenteranno ai giurati. Il progetto prescelto verrà finanziato attraverso un crowdfunding che si sta affermando come valido strumento di finanziamento. “Con questa iniziativa – spiega Nunzia Petrosino, presidente dei Giovani Imprenditori Confindustria Campania – vogliamo stimolare le capacità imprenditoriali dei nostri studenti. C’è grande curiosità e attenzione da parte dei ragazzi verso la realtà aziendale, hanno idee straordinarie che vanno solo sostenute e incoraggiate“. Oltre alla presidente Petrosino, in giuria saranno presenti: Susanna Moccia Presidente GI Napoli, Vincenzo Caputo vice presidente GI Confindustria, Giovanni De Caro per Academy StartupItalia!, Davide Neve per auLAB, Angela Orabona per il Polo Qualità di Napoli, Raffaele Gaito e Antonello Bartiromo per Barcamper.