A Singapore il progetto “Change the world model” con la compliance dell’Ambasciata italiana

103
In foto Raffaele Langella, ambasciatore d'Italia a Singapore

A partire dal 2020, il World Program si arricchisce di una nuova tappa: il Change the World Model UN Singapore , con la compliance dell’Ambasciata d’Italia di cui l’Ambasciatore di Singapore Raffaele Langella, si appresta a diventare uno dei progetti di maggior successo. Il gioco di simulazione ed i suoi meccanismi non differiscono rispetto a quelli dei tradizionali eventi di Diplomatici, ma il contesto in cui si svolge fa si che l’esperienza offerta ai partecipanti assuma connotazioni ancora più significative in termini di incontro fra culture e ambienti profondamente diversi: la scoperta di un mondo del quale si sente parlare spesso pur non avendone una rappresentazione reale. Singapore, la città delle possibilità. Paese sicuro, sorprendente, accogliente.
Ufficialmente riconosciuta come repubblica, Singapore è una città-Stato costruita su 63 isole diverse che fa parte della penisola malese. Qui si parlano quattro lingue diverse e vi convivono ben cinque religioni (Buddismo, Taoismo, Induismo, Islam, Cattolicesimo). I templi hindu e taoisti vivono accanto a bellissime moschee e si respira un’atmosfera multiculturale, dinamica ed elettrizzante. Singapore è un posto diverso da qualsiasi altro al mondo, un microcosmo in cui c’è tutto e il contrario di tutto. Oggi, la città-stato vanta numerosi primati: è l’unico paese ad avere metà della sua superficie coperta da parchi e giardini, l’unico posto in cui si possono ammirare cascate di 40 metri costruite dall’uomo, nonché location del celebre Grand Prix notturno di Marina Bay. La location che ospiterà il nostro Model UN Singapore sarà nel centro della città moderna e, anche in questo caso, l’aspetto formativo è posto al centro di tutto il percorso. Il main topic della Conferenza è: “Innovation Technologies & Sustainable Development”. Dal 6 al 12 Maggio 2020 ben 250 studenti tra Università e Scuole superiori potranno partecipare previa iscrizione a partire da Gennaio 2020.
Il corso di formazione per scuole e università mira a fornire a ciascuno studente le competenze necessarie a prendere parte alla simulazione del meccanismo di funzionamento degli organi delle Nazioni Unite in qualità di delegato di uno dei 193 paesi membri dell’ONU. I 5 incontri – in lingua inglese per un totale di 10 ore – avranno ad oggetto la storia e la struttura delle Nazioni Unite, le regole procedurali che ne disciplinano il funzionamento e i topics oggetto del dibattito durante i lavori di simulazione a Singapore.