A Teheran apre negozio Roberto Cavalli

39

(ANSA) – TEHERAN, 19 FEB – L’Italia appunta la sua prima bandiera nell’Iran del dopo-embargo e lo fa con il suo brand più apprezzato e riconosciuto al mondo: l’Alta Moda. Ha aperto in questi giorni a Teheran il primo negozio mono-marchio di Roberto Cavalli. Tra circa un mese sarà la volta di Versace.
    L’iniziativa è stata presa da un gruppo di imprenditori iraniani che hanno contattato i due stilisti italiani, ottenendone l’esclusiva per il franchising nella Repubblica Islamica. Il progetto di Medhi Firouzan, presidente del gruppo KelideTalaei, e dei suoi soci è ambizioso: “Creare – spiega all’ANSA – una via Montenapoleone nel quartiere ricco di Zaferaniyeh a nord della capitale”. “L’Iran – ha detto – ha bisogno di qualità della vita”. Eleganza, bellezza, lusso sono declinati in tutte le loro sfumature nel negozio di Roberto Cavalli, una struttura a due piani, studiata in ogni singolo dettaglio – dalle luci ai colori dei marmi – e inaugurata ieri.
   

(ANSA) – TEHERAN, 19 FEB – L’Italia appunta la sua prima bandiera nell’Iran del dopo-embargo e lo fa con il suo brand più apprezzato e riconosciuto al mondo: l’Alta Moda. Ha aperto in questi giorni a Teheran il primo negozio mono-marchio di Roberto Cavalli. Tra circa un mese sarà la volta di Versace.
    L’iniziativa è stata presa da un gruppo di imprenditori iraniani che hanno contattato i due stilisti italiani, ottenendone l’esclusiva per il franchising nella Repubblica Islamica. Il progetto di Medhi Firouzan, presidente del gruppo KelideTalaei, e dei suoi soci è ambizioso: “Creare – spiega all’ANSA – una via Montenapoleone nel quartiere ricco di Zaferaniyeh a nord della capitale”. “L’Iran – ha detto – ha bisogno di qualità della vita”. Eleganza, bellezza, lusso sono declinati in tutte le loro sfumature nel negozio di Roberto Cavalli, una struttura a due piani, studiata in ogni singolo dettaglio – dalle luci ai colori dei marmi – e inaugurata ieri.