A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo in completo azzurro, il suo avatar in jeans

71

Completo azzurro e camicia bianca, ma senza cravatta nella realtà, felpa bianca e jeans nel mondo virtuale. Sono gli abiti che indossati da Edoardo Di Pietro, di Colle Val d’Elsa (Siena), primo laureato in Italia del Metaverso. Il 25enne, iscritto al corso di studi magistrali in Comunicazione, Ict e Media, è arrivato al Campus Einaudi di Torino nel primo pomeriggio. Qui e nella stanza sulla piattaforma Spatial.io, che ha creato a forma di arena, ha discusso la sua tesi “Tra presente e futuro: l’impatto del Metaverso sulla società. Analisi e applicazioni del caso studio Tembo su Minecraft”. Relatore Michele Cornetto. Edoardo al suo arrivo non ha voluto parlare con i giornalisti. Per lui ha parlato il fratello Giulio, arrivato con il padre e la madre, mentre la fidanzata di Edoardo, Caterina ha assistito alla discussione attraverso la stanza virtuale, visto che si trova in Giappone per studiare. “Sono emozionato e contento per mio fratello – dice Giulio – non ci aspettavamo tutto questo clamore. Io non ci sono mai stato sul Metaverso, lavoro come assicuratore nell’azienda di famiglia”.