Abusivismo, in Campania demolito solo il 3% degli edifici

14
Il Friuli Venezia Giulia risulta la regione “migliore” con il 65.1% di esecuzioni di demolizione di immobili abusivi rispetto al proprio territorio regionale, la peggiore è la Campania con appena il 3%. La Sicilia ha il 9,3% del totale nazionale delle ordinanze emesse e di queste ne ha eseguite il 16,4%, la Puglia ha abbattuto il 16,3% degli immobili colpiti da ordinanza che sono il 3,2% del dato nazionale. La Calabria, che fa registrare il 3,9% delle ordinanze nazionali ha solo il 6% delle esecuzioni. I dati emergono dal dossier di Legambiente sull’abusivismo edilizio presentato questa mattina a Palermo. Dalla ricerca risulta inoltre che l’abusivismo lungo costa continua ad essere quello quantitativamente maggioritario, come confermato dai dati sugli abbattimenti: se nei comuni dell’entroterra la media delle ordinanze di demolizione è di 23,3 a Comune, spostandosi al mare il dato decuplica, arrivando a 247,5 ordini di abbattimenti. “Rispetto al boom degli ultimi decenni del secolo scorso, l’abusivismo non è scomparso, ha sostanzialmente scelto di non dare troppo nell’occhio, è diventato una pratica più subdola e quindi meno facile da individuare”, ha detto Laura Biffi, curatrice del dossier di Legambiente. “Tenere alta la vigilanza su questo tema – ha aggiunto – è di fondamentale importanza”. Sul sito di Legambiente (www.legambiente.it) è possibile scaricare l’intero dossier.