Accademia Crusca: per tutto il 2021 la parola di Dante ‘fresca di giornata’ (2)

18

(Adnkronos) – Saranno poi segnalati latinismi che arricchiscono la lingua volgare come “baiulo” (Paradiso, VI, 73), per indicare il ‘portatore’ del segno dell’Impero, cioè l’imperatore: Dante era convinto che l’istituzione universale dell’antico impero di Roma continuasse anche ai suoi tempi, con Arrigo VII. Colubro (Paradiso, VI, 77); “serpente” che indica specificamente l’aspide con cui Cleopatra si diede la morte; “Rubro” (Paradiso, VI, 79), ‘rosso’ che Dante usa soltanto nell’espressione “lito rubro” (ricalcata sul ‘litore rubro’ di Virgilio) per indicare il Mar Rosso.