Accordo con Maersk per l’Italia

37

Msc e Maersk Line, la prima e la seconda compagnia marittima al mondo, hanno stretto un vessel sharing agreement per condividere servizi e navi in quella che sarà, se arriveranno le Msc e Maersk Line, la prima e la seconda compagnia marittima al mondo, hanno stretto un vessel sharing agreement per condividere servizi e navi in quella che sarà, se arriveranno le autorizzazioni antitrust, l’alleanza armatoriale più grande che c’è. L’accordo dura dieci anni e coprirà con 22 servizi tutto il globo, servendolo su 77 porti, 185 navi per un totale di 2,1 milioni di teu di capacità. 2M, così si chiama l’alleanza, (le due “m” iniziali degli armatori), ha recentemente pubblicato le ultime informazioni che mancavano: i porti toccati per i singoli servizi. La rete è enorme, per chi volesse avere tutti i dettagli c’è il documento diramato dalle compagnie che contiene tutti gli scali e le linee nel dettaglio. Per quanto riguarda gli scali italiani, quelli coinvolti sono Gioia Tauro, Genova, La Spezia, Livorno, Trieste e Napoli. L’alleanza adesso è attesa alla prova internazionale e soprattutto del mercato cinese, da sempre restio ad autorizzare l’ingresso di realtà che possono prefigurarsi anche indirettamente come cartelli o oligopoli.