Accusato di lucrare sui malati di cancro, medico dell’Istituto Pascale ai domiciliari

17

Eseguita un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un noto dirigente medico dell’istituto nazionale tumori Pascale di Napoli. Il medico, già direttore del day surgery, era stato già interdetto dalla professione perché indagato per violenza sessuale, ma ora la sua posizione si è aggravata con le nuove risultanze investigative. Il provvedimento cautelare è stato emesso in seguito all’aggravamento del quadro probatorio a carico del sanitario, che in più occasioni avrebbe posto in essere reiterate azioni finalizzate all’inquinamento delle prove raccolte a suo carico per episodi di concussione e malasanità. Secondo le accuse mosse a suo carico, l’uomo avrebbe prospettato a delle pazienti affette da neoplasie al seno l’urgenza di un intervento chirurgico. Il suo obiettivo sarebbe stato quello di indurle a sottoporsi a operazioni a pagamento in una struttura sanitaria diversa dal Pascale. L’ordinanza di custodia, emessa dal gip del tribunale di Napoli, è stata eseguita oggi dai carabinieri del Nas e dagli agenti del commissariato di polizia Napoli-Arenella.