Acea, al via raddoppio acquedotto Peschiera entro 2020

17

Roma, 17 set. (AdnKronos) – ”Oggi è la giornata della celebrazione di un’opera dell’ingegneria italiana tra le più eccezionali guardate e studiate anche nel mondo. Acea è orgogliosissima di celebrare questo Acquedotto ma bisogna pensare al futuro e cioè a un potenziamento della sua capacità di approvvigionamento ma soprattutto a una messa in sicurezza di questo”. E’ quanto ha sottolineato l’amministratore delegato di Acea Stefano Donnarumma, a margine della presentazione in Campidoglio delle iniziative di Acea per gli 80 anni dell’Acquedotto del Peschiera.

”Si sta pianificando un raddoppio dell’Acquedotto del Peschiera -ha spiegato- Non un raddoppio in quantità ma in qualità nel senso che l’infrastruttura sarà affiancata a quella esistente realizzata su un percorso praticamente analogo con tecniche costruttive che tengano conto della sismicità dei territori e che consentano in futuro di avere funzionanti tutti e due le così dette ‘canne del peschiera”’.

”La progettazione è in una fase istruttoria in questi mesi -ha aggiunto Donnarumma- in collaborazione col Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che detiene il tavolo tecnico e riteniamo che possa completarsi entro la prima parte dell’estate dell’anno prossimo, quindi nel 2019, si potrebbe completare la progettazione. Nel 2020 potremmo espletare le Gare Europee per la realizzazione per poi partire con i lavori. Per inaugurare il nuovo Acquedotto quindi, da oggi, ci vorranno 5 o 6 anni”.

”Abbiamo anche messo in campo una fase di riorganizzazione di uffici di progettazione -ha continuato- La storica progettazione idrica dell’Acea si rinforzerà con una alcune decina di giovani che stiamo selezionando dalle principali università e li inseriremo nel nuovo team per coadiuvare la progettazione del Peschiera”. Per quanto riguarda i costi l’ad di Acea ha concluso: “I costi sono solo stimati ma considerando le dimensioni di quest’opera possiamo dire che si tratterà di un’opera che costerà tra i 300 e i 400 milioni di euro”.