Aci Napoli, torna il tradizionale galà di Natale: festa a Pozzuoli con Manfredi e De Luca. I partecipanti

209
in foto Gaetano Manfredi, Antonio Coppola e Vincenzo De Luca

Torna la tradizionale “festa degli auguri” dell’Automobile Club Napoli, dopo la forzata sospensione dello scorso anno a causa dell’emergenza pandemica. La cerimonia, svoltasi presso l’Hotel Gli Dei, di Pozzuoli, quest’anno, è stata dedicata al sindaco Gaetano Manfredi. “Un campione che vince nella vita e nella cultura – ha detto il presidente dell’Aci Napoli, Antonio Coppola – essendo stato prima Rettore dell’Università di Napoli Federico II, poi presidente di tutti i rettori italiani e, quindi, Ministro dell’Università e della ricerca scientifica. Fondatore dell’Apple Academy di San Giovanni a Teduccio, ha dato così, nei fatti, un coraggioso esempio di come va affrontata in Italia la questione della riqualificazione delle periferie”.
Alla conviviale, preceduta da una riunione congiunta del Seminario e della Consulta Giuridica dei Saggi dell’Automobile Club Napoli, in cui è stata affrontata la mini riforma del Codice della Strada, entrata in vigore da pochi giorni, sono intervenuti il Governatore della Campania Vincenzo De Luca con l’architetto Marilena Cantisani, il Procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho con il magistrato Paola Piccirillo, il presidente ed il Segretario generale dell’Aci, rispettivamente Angelo Sticchi Damiani e Gerardo Capozza, il prefetto di Avellino Paola Spena, il Procuratore Generale, nonché presidente del Seminario giuridico dell’Aci Napoli Luigi Riello con signora, ed il Comandante delle Forze Operative Sud dell’Esercito Gen. C.A. Giuseppenicola Tota.
In ricordo della serata, il presidente Coppola ha consegnato una Targa di merito al sindaco Manfredi per aver “posto le sue capacità, la sua cultura e la sua dedizione al servizio di Napoli e dei napoletani, accettando il guanto della più difficile delle sfide: amministrare, dopo un disastroso decennio, la città più indebitata d’Italia. Di ciò gli siamo grati e lo ringraziamo ancor prima dei risultati che sicuramente conseguirà, quale sindaco di Napoli, perché ha fatto bene, sempre, in qualsiasi posizione, ricoprendo ruoli di grande professionalità e responsabilità, nella consapevolezza che da soli non si fanno rivoluzioni”.
“Ringrazio l’Aci e il presidente Coppola, la cui energia esplosiva deve essere d’esempio per tutti noi, ha detto Manfredi. Ho accettato questa sfida per amore verso la città. Vogliamo dimostrare che al Sud sappiamo far bene e portare avanti l’interesse della comunità. Riuscire qui tra le tante difficoltà che ci sono dà ancora più soddisfazione. E’ una grande responsabilità che mi fa piacere condividere con tutti voi”.
Il tema dell’unione, del dialogo e della condivisione sono stati ripresi dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che dopo aver rinnovato gli auguri a Manfredi “persona amica e per bene” ha precisato “è una sfida difficile che richiede l’aiuto di tutti. Noi siamo pronti a dare la massima disponibilità. Bisogna innanzitutto recuperare in termini di legalità e spirito civico. E per far ciò occorrono rigore e fermezza. Le istituzioni devono fare quello che è giusto e non ciò che è più comodo. Da questa città dobbiamo far partire un’operazione di verità per ristabilire il giusto equilibrio tra Napoli, il Sud ed il resto del Paese. Ogni anno, infatti, si consuma una rapina a danno del Sud nel riparto dei fondi nazionali. I diritti devono essere uguali per tutti i cittadini italiani, invece da noi manca ancora una coscienza nazionale e l’unità del Paese non si è ancora realizzata a differenza di quanto è accaduto in Germania”.
Un messaggio di augurio al sindaco Manfredi e a tutti i partecipanti è stato inviato dal Cardinale Crescenzio Sepe che non è potuto intervenire, come di consueto, alla cerimonia dell’Aci.
Alla serata, che è stata intervallata dal suono tradizionale delle zampogne natalizie, dalle magiche atmosfere del violino di Simona Sorrentino e da un esilarante “fuori programma” dell’artista Gino Rivieccio, sono intervenuti, fra gli altri l’assessore alla Polizia Municipale del Comune di Napoli Antonio De Iesu, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e signora, il responsabile per le relazioni esterne del presidente della Giunta Regionale Bruno Cesario, il Coordinatore della struttura di supporto al presidente del Consiglio dei Ministri per la trasformazione digitale Mauro Minenna, il presidente del Tribunale di Napoli Elisabetta Garzo, il Procuratore della Repubblica di Perugia Raffaele Cantone, il Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli Matteo Lorito, il Rettore dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Raffaele Calabrò con signora, il Comandante della Polizia Municipale di Napoli Gen. Ciro Esposito, il Comandante della Scuola Militare Nunziatella Col. Ermanno Lustrino, l’Abate di Montevergine e di Assisi Padre Riccardo Luca Guariglia, il presidente della Fondazione Idis-Città della Scienza sen. Riccardo Villari, il presidente della Fondazione “Castel Capuano” Antonio Buonajuto, il presidente della Bcc Amedeo Manzo, il Direttore scientifico dell’Istituto SDN Marco Salvatore, il Direttore Generale ARPA Campania Stefano Sorvino, il Coordinatore degli istituti zooprofilattici sperimentali italiani Antonio Limone e signora, il Direttore dell’Asl di Avellino Maria Morgante, il Dirigente responsabile della Protezione Civile della Campania Claudia Campobasso, il presidente del Corecom della Campania Domenico Falco e signora, il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, il presidente della CRI di Napoli Paolo Monorchio e signora, l’editore Diego Guida con signora ed il presidente provinciale MCL Michele Cutolo.
Al galà erano altresì presenti: il Direttore di Rai Vaticano Massimo Milone e signora, il Direttore di Repubblica-Napoli Ottavio Ragone e signora, il Direttore del Denaro Alfonso Ruffo, il Capo Cronaca del Mattino Gerardo Ausiello, i Sindaci di Mercogliano Vittorio D’Alessio, di Sant’Angelo all’Esca Attilio Iannuzzo e di Pietrastornina Amato Rizzo, i Dirigenti Aci Mauro Annibali, Roberto Caruso, Dario Gargiulo, Vincenzo Leanza e Vincenzo Moretto, l’on. Ciro Alfano, il presidente dell’Automobile Club di Benevento Lia La Motta, il Vice presidente ed il Direttore dell’Automobile Club Caserta Donato Santoro e Marino Perretta, il Vice presidente ed il Direttore dell’Automobile Club Napoli, Paolo Stravino e Michele Sabbatino, con i consiglieri Pasquale Cilento e Domenico Ricciardi, ed il presidente dei Revisori dei Conti Francesco Nania con signora, i Direttori dell’Aci di Cremona Daniele Bellucci, di Salerno Giovanni Caturano, di Avellino Nicola Di Nardo e di Novara Paolo Pinto, il Direttore del Pra di Napoli Laura Aiello con il Vicario Mariella Postiglione ed il dirigente Daniele Ricciardi, il Dirigente di Aci Global Vincenzo Esposito, il funzionario di Aci Informatica Adriano Russo, i magistrati Maurizio De Marco, Aldo De Chiara, Ettore Ferrara e Sergio Zeuli, i docenti universitari Alfredo Contieri e Pierluigi Coppola, gli avvocati Daniela Mangiacapra, Guido Marsiglia, Cristiano Napoli e Riccardo Satta Flores, le giornaliste Francesca Cicatelli e Annarita De Feo, il Cap. Angela Piscitelli ed il Ten. Roberto Catalano della Guardia di Finanza, i comandanti dei Carabinieri di Pietrastornina e di San Martino Valle Caudina, rispettivamente M.llo Alessandro Frittelli e M.llo Magg. Franco Rianna, il Gen. Giuseppe Salomone, il presidente dell’I.T.S. Pino Bruno, l’architetto Paolo Coppola, il dirigente dell’ufficio tecnico del comune di Pietrastornina Carmine Barbato, il Vice presidente del Collegio dei geometri di Avellino Tiziano Sellitto, il presidente della Società sportiva Aes Carmine Tirri, l’imprenditore Mimmo Pastore e Renato Maffei.