Acqua e smart metering, tecnologia italiana per ridurre i consumi in tempo reale

38

Oggi, Giornata mondiale dell’acqua, sono stati presentati a Ferrara i primi risultati del progetto “Green smart Technology for water” (GST4Water), condotto da Enea e Università di Ferrara e Bologna per l’utilizzo sostenibile della risorsa idrica negli edifici e in ambito urbano. Un’iniziativa tutta italiana nata per sviluppare ed impiegare soluzioni innovative e orientate al risparmio e alla sostenibilità, per rendere i cittadini più consapevoli e attenti ai propri comportamenti di consumo dell’acqua anche attraverso l’introduzione delle nuove tecnologie Ict. Si tratta di tecnologie digitali per consentire il monitoraggio “real time” dei consumi e per ottimizzare le risorse idriche, a cui si aggiunge un software per il dimensionamento di serbatoi per il riciclo delle acque e di tetti verdi. Il progetto GST4Water ha sviluppato un ‘kit di acquisizione’, “che raccoglie le misurazioni di tali contatori e le salva su piattaforme cloud per renderle poi disponibili, dopo opportune elaborazioni, sia agli utenti finali che ai gestori del servizio idrico integrato. Inoltre in caso di malfunzionamenti, perdite o anomalie, il dispositivo è anche in grado di lanciare un ‘early warning’ per permettere di individuare e risolvere il problema”, spiega Marco Ferraris del Laboratorio Enea “Tecnologie per la gestione integrata di rifiuti, reflui e materie prime/seconde”.