Acquisto ambulanze, via ai contributi per Onlus e associazioni

92

C’è tempo fino al prossimo 31 dicembre per accedere al contributo stanziato dal ministero del Lavoro per gli acquisti, effettuati nell’anno corrente, di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche. Due C’è tempo fino al prossimo 31 dicembre per accedere al contributo stanziato dal ministero del Lavoro per gli acquisti, effettuati nell’anno corrente, di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche. Due i destinatari della misura: le organizzazioni di volontariato iscritte negli appositi registri; le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) iscritte all’anagrafe unica secondo quanto prevede la normativa vigente.Quali sono le spese agevolabili? Il contributo viene riconosciuto per gli acquisti di veicoli, anche usati, ed ambulanze con relativi allestimenti e dotazione antincendio ovvero per l’acquisto di beni strumentali da donare a strutture sanitarie pubbliche. Il bene può essere stato comperato per acquisto diretto, acquisizione mediante leasing o anche a rate. Per l’acquisto di ambulanze è, però, necessario non aver già usufruito del particolare sgravio del 20 per cento applicato dai concessionari in virtù della legge numero 326 del 2003.Le richieste di contributo devono essere spedite tramite raccomandata, entro la fine di dicembre. Alla domanda dovrò essere allegata la documentazione che dimostri l’acquisto del bene riferita all’anno 2014 (fattura generale, contratto di leasing, elenco delle rate pagate). Per i beni da donare a strutture sanitarie pubbliche è necessario allegare alla richiesta di contributo la fattura di acquisto emessa nel corso del 2014, l’atto di donazione del bene, irrevocabile e privo di condizioni o oneri a favore della struttura sanitaria pubblica (o, in alternativa, la delibera con cui la struttura sanitaria ha preso in carico il bene oggetto della donazione). Il ministero del Lavoro si riserva la possibilità di disporre accertamenti sulla veridicità e il contenuto delle dichiarazioni rese ai fini della concessione del contributo.