Addio a Cristobal Jodorowsky, artista e figlio del regista Alejandro. Una famiglia segnata da morti tragiche

35067
in foto Cristobal Jodorowsky (dal sito cristobaljodorowsky.it)

E’ morto oggi all’età di 57 anni Cristobal Jodorowsky: scrittore, attore, pittore e drammaturgo messicano naturalizzato francese, figlio del regista Alejandro Jodorowsky. Tra i primi a darne notizia in Italia è stato il giornalista Umberto Baccolo che, stasera, in un post su Facebook scrive: “Mi stringo al dolore del mio maestro spirituale Alejandro Jodorowsky…per la perdita del suo amatissimo figlio Cristobal (Axel), maggior continuatore del suo lavoro artistico-terapeutico e protagonista del capolavoro Santa Sangre, appena mancato a 57 anni per cause ancora non rese note. Questo è il secondo figlio che Alejandro ha perso: molti anni fa era infatti morto giovanissimo in un incidente stradale Teo, pure lui amatissimo dal padre. Tragica fu pure la fine della madre del primogenito di Alejandro, Brontis, morta in un incidente aereo.  A Teo e Cristobal sopravvivono, oltre al padre 93enne, i fratelli Brontis e Adan e la sorella Eugenia. Nato con il nome di ‘Axel Jodorowsky, nato a Città del Messico nel 1965, Jodorowsky avrebbe dovuto essere venerdì 22 settembre a Torino”.

Da Wikipedia
Nato con il nome di ‘Axel Jodorowsky, successivamente ha acquisito il nome di Cristóbal con cui è conosciuto. Figlio di Alejandro Jodorowsky e Valerie Trumblay, Cristóbal Jodorowsky è nato a Città del Messico nel 1965. Il padre Alejandro si era trasferito a Parigi già nel 1953 dove aveva fondato con Fernando Arrabal e Roland Topor il movimento teatrale Panico.
Coinvolto fin da bambino dal padre in numerosi progetti teatrali e cinematografici (ha interpretato fra gli altri il giovane Phoenix, protagonista del film Santa Sangre del 1985) Cristóbal Jodorowsky si è poi formato alla scuola del mimo Marcel Marceau. Ha poi approfondito negli anni il metodo Stanislavskij, i laboratori di Grotowski per approdare al Teatro Laboratorio. La sua formazione teatrale è proseguita con John Strasberg Studio a Parigi. Primo attore del Teatro del Silenzio, a Aurillac, Francia, ha seguito un percorso di danza contemporanea nella compagnia francese Le timbre.
L’infanzia in casa Jodorowsky a Città del Messico lo ha messo a contatto ancora bambino con guaritori e sciamani messicani. Cresciuto alla scuola “psicomagica” del padre ha poi approfondito tecniche spirituali fra Messico, Cile, Perù, Colombia, Venezuela e poi Indonesia, Filippine e India per dare vita a un suo particolare psicosciamanesimo rituale che unisce la conoscenza ancestrale al pensiero contemporaneo. A Parigi ha poi ulteriormente perfezionato le proprie proposte attraverso lo studio di psicoterapia e pratiche energetiche coinvolgendo lo strumento teatrale per dare vita a psicorituali collettivi.
Nel 2007 ha pubblicato in Spagna il libro Il collare della Tigre edito in Italia da Ponte alle Grazie – TEA e stampato in una decina di paesi. Nel 2012 ha dato vita a Metamundo, un corso di due anni per “vivere una vita piena, da individui creativi e realizzati, integrando strumenti come la psicomagia, la metagenealogia, i tarocchi evolutivi” e che conduce fra Messico, Colombia, Italia e Spagna. La sua attività artistica comprende anche un’intensa e apprezzata opera pittorica. Dopo oltre vent’anni a Parigi è tornato a Città del Messico ma porta i suoi “spettacoli terapeutici” in ogni parte del mondo.