Addio a Nicola Di Matteo: nella sua pizzeria ai Tribunali mangiò Bill Clinton

633

“Addio a Nicola Di Matteo, figlio di Salvatore che con il padre e il fratello Gennaro nel 1936 fondò l’omonima pizzeria a via Tribunali”.  A darne notizia nella notte è il quotidiano di Napoli “Il Mattino”.  “Di Matteo – si legge sul giornale napoletano – è ancora oggi una delle pizzerie più conosciute di Napoli e fuori Napoli perché fu qui che Clinton si fermò a mangiare la pizza a portafoglio, ’a libretta. Fu un momento epico per la pizza napoletana, immortalato da una foto iconica: erano in corso i lavori del G7 in una città blindata quando il presidente americano decise di fare il turista sconvolgendo tutti i piani della sicurezza. Un gelato a piazza del Plebiscito e poi dentro i vicoli di Napoli. Arrivato davanti alla vetrinetta della pizzeria Di Matteo facendosi largo fra il calore della folla che non credeva ai propri occhi e che lo osannava chiese una “Coke”. E subito i pizzaioli che erano di turno gli offrirono la pizza a portafogli e una pizza fritta che Clinton mangiò avidamente”.