Addio al giudice Vincenzo Carbone, presidente emerito della Cassazione

663
in foto il magistrato Vincenzo Carbone (Imagoeconomica)

E’ morto il presidente emerito della Cassazione Vincenzo Carbone. Lo si apprende alla Suprema Corte, dove, con il primo presidente Pietro Curzio, i magistrati e il personale, vengono espressi “commozione e cordoglio”. Lo comunica l’agenzia Agi.
Carbone è stato primo presidente della Corte dal 24 luglio 2007 al 12 luglio 2010, data in cui era andato in pensione. Alla sua presidenza risale l’istituzione della sezione ‘filtro’ – la sesta – sui ricorsi civili: un’innovazione che assieme ad altre, “porto’ la Corte ad invertire, nel 2008, la tendenza negativa all’ampliamento dell’arretrato civile, riuscendo a definire più ricorsi di quanti pervenuti”, ricordano in Cassazione. Carbone è stato anche vicepresidente della Rete dei presidenti delle Corti Supreme dell’Unione europea, nonché membro, in due occasioni, della Commissione per la riforma del codice di procedura civile e, dal 1981 al 1986, consigliere del Csm.