Addio spese shock per scuola, con easy payments la rata è nella carta

11

Roma, 24 ago. (Labitalia) – Ombrelloni, divertimenti e mare arrivederci. A fine agosto, con le vacanze agli sgoccioli, come ogni anno si guarda a settembre e agli impegni in arrivo. Lavorativi e scolastici. E con l’inizio della scuola, come sempre, per le famiglie si avvicinano gli ‘impegni economici’ da affrontare per rette e iscrizioni, libri di testo e quaderni, zaini e diari, ma anche penne, post-it e quant’altro di necessario per affrontare al meglio l’anno scolastico.

Ma con le tecnologie digitali per le famiglie arrivano nuove possibilità per affrontare al meglio queste spese. Invece di sborsare subito tra le 500 e i mille euro, oggi con le nuove funzionalità delle e l’easy payments è possibile scegliere, in un click, quando pagare, in tutta sicurezza, i propri acquisti, decidendo per ogni acquisto superiore ai 250 euro se pagare appunto subito oppure in comode rate.

Una modalità che permette di concludere acquisti come quelli scolastici, pianificati da tempo, ma con molta più tranquillità, rateizzandoli. E farlo da pc, tablet, cellulare o con scegliendo, in tutta sicurezza, in quante rate pagare i propri acquisti, anche sulla base del plafond della propria carta di credito. E gestendo così con flessibilità, e con un’app, il proprio budget familiare, nonostante gli incrementi delle spese scolastiche, e anche universitarie, degli ultimi anni.

Tutte le carte di credito dei migliori circuiti internazionali oggi offrono diverse opportunità, per organizzazione al meglio, infatti, e rendere abbordabili per tutti le spese scolastiche e universitarie.

E’ necessario però fare sempre attenzione a tassi di interesse e condizioni di vendita del finanziamento, consultando le app messe a disposizione ormai da tutte le presenti sul circuito internazionale. Senza dimenticare di verificare anche le condizioni del passaggio dalla rata a saldo alla rata revolving.

Quindi tante opportunità, grazie ai pagamenti digitali, per organizzare al meglio le spese scolastiche e universitarie, ma con sempre un occhio a condizioni e conti familiari.