Aeroporto di Napoli, ecco l’App per ritrovare gli oggetti smarriti

36
In foto l'aeroporto internazionale di Napoli Capodichino
All’aeroporto di Napoli sarà più facile ritrovare i propri oggetti smarriti. Lo scalo di Capodichino è infatti il primo in Italia ad adottare “FindMyLost”, uno strumento digitale per la gestione degli oggetti personali persi dai viaggiatori e ritrovati in aeroporto. L’obiettivo dell’accordo tra la società Find My Lost e la Gecas, la società che gestisce lo scalo è, si legge in una nota, di aumentare il tasso di restituzione degli oggetti smarriti e rinvenuti: i viaggiatori avranno a disposizione una piattaforma digitale, accessibile dal sito Web e dall’App dell’aeroporto su cui gli operatori dello scalo provvederanno a caricare quotidianamente sulla piattaforma gli oggetti trovati. Per l’utente, sarà sufficiente registrarsi gratuitamente e cercare l’oggetto smarrito compilando i campi relativi alle sue caratteristiche. Una volta identificato il proprio oggetto il viaggiatore verrà messo in contatto, tramite messaggistica integrata, con un operatore dell’aeroporto per accordarsi sulle modalità di restituzione. Sarà attivato anche un servizio di spedizione per riottenere l’oggetto direttamente ad un indirizzo indicato dall’utente e nel caso in cui l’oggetto non fosse ancora stato rinvenuto, è disponibile una funzione di alert che permetterà di essere automaticamente notificati non appena un oggetto simile alla ricerca registrata verrà pubblicato sul sistema. Gli oggetti gestiti sulla piattaforma saranno tutti quelli smarriti nello scalo di Napoli e sugli aerei EasyJet con destinazione Napoli.