Afghanistan, 12 morti in un attentato Is

18

Kabul, 1 lug. (AdnKronos/Dpa) – I militanti dello Stato islamico hanno rivendicato la responsabilità dell’attentato suicida avvenuto oggi nella città di Jalalabad, che ha causato la morte di almeno 19 persone. La rivendicazione è avvenuta attraverso Amaq, l’agenzia di notizie semiufficiale dell’Is.

Sulla dinamica dell’attentato, mentre Amaq parla di un razzo che ha colpito una struttura sanitaria inaugurata dal presidente afgano Ashraf Ghani nella capitale della provincia di Nangarhar, il portavoce del governatore provinciale Attaullah Khugyani aveva sostenuto che l’esplosione nei pressi di una piazza della città fosse dovuta a un attentato suicida e che non è stato sparato nessun razzo. Khugyani ha riferito inoltre che ci sono 20 feriti, e che tra le vittime figurano molti appartenenti alla minoranza religiosa dei Sikh.