Afghanistan, talebani rivendicano 2 attentati: oltre 40 morti

24

Kabul, 17 set. (Aki) – I Talebani hanno rivendicato la responsabilità dei due attentati kamikaze sferrati oggi in Afghanistan, contro un comizio elettorale del presidente Ashraf Ghani nella città di Charikar, nella provincia orientale di Parwan, e davanti a un edificio del ministero della Difesa, non lontano dall’ambasciata Usa a Kabul. Lo ha dichiarato il portavoce dei Talebani, Zabihullah Mujahid.

In particolare, l’attentato a Charikar, costato la vita ad almeno 24 persone, era finalizzato a colpire le guardie presidenziali di Ghani, rimasto illeso, ha spiegato Mujahid.

A Kabul, invece, l’obiettivo era una base dell’esercito afghano non lontano dall’ambasciata Usa. Il bilancio è di 22 morti e più di 20 feriti. A riferirlo il portavoce del ministero degli Interni afghano Nasrat Rahimi, spiegando che l’attacco è stato compiuto alle 12 e 57 ora locale. Testimoni citati dalla Xinhua temono che il bilancio delle vittime potrebbe essere più alto. L’esplosione a Charikar invece è avvenuta verso mezzogiorno, ora locale.