Afghanistan: Vendola, ‘guerra vigliacca e ora la viltà bipartisan dell’Occidente in fuga’

16

Roma, 17 ago. (Adnkronos) – “In queste ore drammatiche per l’Afghanistan e per il mondo intero penso con rabbia alla retorica con cui vengono sempre confezionate le guerre. E alle menzogne di Stato con cui si occultano gli interessi indecenti che sono dietro le quinte di ogni guerra. E penso con ancora più rabbia al conformismo e al clima emergenziale che, in tempo di guerra, mettono il bavaglio alla democrazia. Chi criticava la guerra in Afghanistan e poi in Iraq veniva additato come disfattista, anti-patriottico o persino complice dei terroristi. Gino Strada era un utopista esagitato: (…) e noi della sinistra radicale eravamo grilli parlanti da schiacciare col martello del pensiero unico della guerra umanitaria e democratica”. Lo scrive Nichi Vendola su HuffPost.