AgCom, via alla riorganizzazione: una direzione ad hoc per il digitale. Le sedi di Roma e Napoli avranno pari dignità

47

Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deliberato la nuova articolazione delle proprie Direzioni e dei Servizi. La filosofia alla base della riorganizzazione è stata quella di strutturare le competenze delle Direzioni di line lungo le direttrici dei grandi settori di interesse dell’Autorità: reti, media, poste e digitale. La principale novità è la creazione di una direzione interamente dedicata ai servizi digitali, la cui missione è quella di far fronte alle nuove competenze assegnate e in via di assegnazione all’Autorità in materia di piattaforme (Regolamento Platform to Business, Direttiva Smav e Direttiva Copyright). Il Consiglio ha inoltre deciso di istituire la Direzione studi, ricerche e statistiche che raccoglierà al suo interno tutte le banche dati dell’Autorità, dal Registro degli operatori di comunicazione (Roc) all’Informativa economica di sistema (Ies). L’assegnazione degli incarichi è improntata alla rotazione dei responsabili delle Direzioni di line, alla riorganizzazione dei Servizi e alla pari dignità tra le sedi di Napoli e Roma. In questo senso la Direzione Servizi digitali è stata affidata a Benedetta Liberatore, la Direzione Reti e servizi di comunicazione elettroniche ad Antonio Provenzano, la Direzione Servizi Media a Giorgio Greppi, la Direzione Servizi Postali ad Ivana Nasti, la Direzione Tutela dei Consumatori a Marco Delmastro e la Direzione Studi, ricerche e statistiche a Mario Staderini.