“Agente OO11” al via a Napoli: 5 giovani youtubers in missione per salvare il pianeta

106

Prende il via oggi a Napoli il progetto “Agente 0011: gli studenti delle scuole italiane si attivano sul territorio per città più sostenibili e inclusive (SDG11) e per un’Italia più responsabile verso l’Agenda 2030”. Cinque giovani youtubers (content creators) – Cesca, Dose, Eleonora Olivieri, Nadia Tempest e Vincenzo Tedesco – diventeranno ambasciatori degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) compresi nell’Agenda 2030, approvata dall’Assemblea generale dell’Onu il 25 settembre 2015. I creators, grazie alla collaborazione di “Web stars channel, Influencer media company” che li gestisce in esclusiva, hanno lanciato questa sfida agli oltre 5 milioni di utenti che seguono i loro canali, attraverso video che illustrano il contenuto dei vari obiettivi: dalla lotta alla povertà e alle disuguaglianze raccontate da Cesca, al diritto alla salute di cui si fa portavoce Dose; dal contrasto alla malnutrizione spiegato da Eleonora Olivieri, passando per l’impegno in favore dell’uguaglianza di genere raccontato daVincenzo Tedesco, fino alla creazione di città inclusive e sostenibili di cui Nadia Tempest è ambasciatrice. Il progetto è co-finanziato dall’Aics – Agenzia italiana della cooperazione allo sviluppo – e implementato da ActionAid, Amref, Asvis, Cesvi, CittadinanzAttiva, La Fabbrica e Vis. Lo strumento di comunicazione online è il portale “Agente 0011 – Licenza di salvare il pianeta”. Attraverso la piattaforma, scuole primarie e secondarie di tutta Italia potranno accedere a contenuti suddivisi in quattro aree tematiche (Diritti e uguaglianza, Beni e risorse, Benessere e salute, Ambiente e territori) per approfondire i 17 SDGs: vi sono storie di successo, testimonianze dai Paesi Sud del mondo e dall’Italia, materiali fotografici e video, pillole didattiche e giochi interattivi. 
Le attività territoriali del progetto saranno realizzate a Napoli e in altre 5 città – Catania, Milano, Roma, Siracusa e Torino – per un totale di 60 classi di scuole secondarie di primo e secondo grado coinvolte. A Napoli, in particolare, le attività si concentreranno nella IV Municipalità coinvolgendo istituzioni, scuole ed associazioni in un’ampia rete territoriale che si estende da Ponticelli ai Quartieri Spagnoli. ActionAid guiderà le attività con la collaborazione di Archintorno e la partecipazione di Traparentesi Onlus,  l’Università L’Orientale di Napoli, l’ITIS Leonardo Da Vinci, gli Istituti Comprensivi Gabelli, Porchiano – Bordiga D’Aosta – Scura,  ControlZeta Lab, Bicycle House.  L’intervento affronterà le tematiche dell’integrazione e della cittadinanza attiva, della rigenerazione urbana e della sostenibilità sociale, culturale ed ambientale e riceverà il patrocinio della IV Municipalità del Comune di Napoli.