Agenzia del Demanio: 10 milioni a Palazzo Fondi, futura sede dell’Agcom

121

In attesa della sua nuova destinazione finale in programma per maggio 2019, quando inizieranno i lavori per la nuova sede dell’Agcom, Palazzo Fondi, monumentale edificio settecentesco affacciato nel cuore della citta’ di Napoli riapre le sue porte alla cittadinanza dopo anni d’inattivita’, e diventa luogo polifunzionale per arte, cultura, sperimentazione, eventi e studio. Si tratta di un nuovo modello di “rigenerazione urbana temporanea”, nel quale hanno creduto l’Agenzia del Demanio, il Comune di Napoli, la Soprintendenza, l’Universita’ Federico II e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, sviluppato e realizzato dall’agenzia Ninetynine, che ha gia’ condotto operazioni simili a Roma. “E’ la prima volta che l’Agenzia del Demanio – dice il direttore generale, Roberto Reggi – in una collaborazione virtuosa col privato mette a disposizione un proprio bene ancor prima di averlo rigenerato; pensiamo di replicare questa modalita’ di uso temporaneo un po’ in tutte le citta’ italiane. Chiuso e abbandonato da oltre sette anni, Palazzo Fondi verra’ completamente rigenerato con un investimento da parte dell’Agenzia del Demanio di oltre 10 milioni di euro. Nel 2021 ospitera’ la sede dell’Agcom che potra’ cosi’ risparmiare anche un cospicuo affitto passivo. Nel frattempo – prosegue Reggi – non aspetteremo l’inizio dei lavori per ripristinarlo ma mettiamo subito a disposizione l’edificio per un utilizzo temporaneo”.