Agenzia Spaziale italiana: dieci contratti per 36 mesi

93

L’Asi, l’Agenzia Spaziale Italiana lancia un concorso, per titoli e colloquio, mettendo in palio 10 contratti per assegni di collaborazione per attività di ricerca della durata di trentasei mesi, non rinnovabili automaticamente. Anche a seguito di eventuali rinnovi l’assegno non potrà comunque avere una durata complessiva superiore a sei anni.

Chi può partecipare

Possono partecipare alla selezione i cittadini italiani o dei paesi dell’Unione Europea che siano in possesso dei requisiti richiesti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande. Gli assegni sono divisi in quattro categorie: professionalizzanti, post-dottorali, senior e grant. Nell’ambito della selezione sarà possibile presentare più domande e concorrere per più profili.

Risorse

Gli assegnisti percepiranno uno stipendio che oscilla tra i 19 mila e i 22 mila euro annui: l’importo lordo non comprende l’eventuale trattamento economico per missioni in Italia o all’estero che si rendessero necessarie per l’espletamento delle attività connesse all’assegno di ricerca. Il trattamento economico di missione verrà determinato nella misura corrispondente a quella che spetta ai dipendenti dell’Agenzia spaziale italiana inquadrati al III livello professionale. La collaborazione con l’Asi può avere una durata minima di 12 mesi e una massima di 36.

I progetti

I candidati dovranno produrre un sintetico progetto di ricerca che illustri la metodologia che l’aspirante assegnista intende applicare alla ricerca, da allegare alla domanda di partecipazione alla selezione. La domanda redatta in carta semplice, in lingua italiana, deve essere sottoscritta dal candidato e presentata in formato Pdf non modificabile, via Pec all’indirizzo concorsi@asi.postacert.it, specificando, nell’oggetto dell’invio, “Domanda di partecipazione al bando di concorso numero 9/2015”, e il codice del profilo per il quale si concorre. Il termine ultimo per candidarsi è il prossimo 26 novembre 2015.

Selezione

La selezione viene effettuata tramite una prima fase di valutazione dei titoli e delle pubblicazioni e da un successivo colloquio. Per la valutazione le Commissioni giudicatrici dispongono di 100 punti: la soglia minima per il conferimento dell’assegno non può essere inferiore a 75/100. Saranno ammessi al colloquio i candidati che otterranno alla valutazione dei titoli un punteggio non inferiore a 45. Il colloquio potrà essere superato con un punteggio non inferiore a 30. A parità di punteggio complessivo, la preferenza tra i candidati collocati in graduatoria sarà determinata dalla minore età anagrafica del candidato. Al termine dei lavori le Commissioni giudicatrici formeranno le graduatorie di merito sulla base del valore decrescente del punteggio finale ottenuto da ciascun candidato. Le graduatorie approvate saranno pubblicate sul sito internet dell’Asi. I vincitori del concorso saranno invitati a presentare o far pervenire, entro il termine di trenta giorni dalla data di accettazione dell’assegno tutta la documentazione richiesta, pena la decadenza dal diritto all’assunzione. Il candidato dichiarato vincitore, previa verifica dei requisiti prescritti, sarà invitato a stipulare un contratto individuale che regola la collaborazione alle attività di ricerca, secondo le previsioni del bando.


Contratti in palio

10 per assegni di collaborazione per attività di ricerca

Le categorie previste

Professionalizzanti

Post-dottorali

Senior

Grant

Durata

Da 12 mesi a 36 mesi, non rinnovabili automaticamente

Chi può partecipare

Cittadini italiani o dei paesi dell’Ue in possesso dei requisiti

Risorse

Tra i 19 mila e i 22 mila euro annui

La collaborazione con l’Asi può avere una durata minima di 12 mesi e una massima di 36.

Scadenza

26 novembre 2015

Scarica i bandi