Agevolazioni alle Pmi confiscate: le domande al via dall’11 aprile

80



A partire dall’11 aprile sarà possibile presentare domanda di accesso alle agevolazioni per le imprese confiscate o sequestrate alla criminalità organizzata definite da un decreto del ministero dello Sviluppo economico. Gli interventi sono finalizzati a sostenere le imprese a fronte di programmi di sviluppo di durata biennale relativi a investimenti produttivi; investimenti per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro; interventi di ristrutturazione e riorganizzazione aziendale; tutela e incremento dei livelli occupazionali ed emersione del lavoro illegale; fabbisogno finanziario aggiuntivo, determinato da un insufficiente accesso al credito bancario o dalla sua contrazione.

Contributi
Il decreto prevede la concessione di garanzie dirette e controgaranzie a valere su un’apposita sezione del Fondo centrale di garanzia per le Pmi, dedicata alle imprese sequestrate o confiscate o che acquisiscano i complessi aziendali di quelle oggetto di sequestro o confisca: le garanzie sono concesse a titolo gratuito, fino a un importo massimo garantito di 2,5 milioni e nella misura dell’80 per cento.
Previsti inoltre finanziamenti agevolati a tasso zero a valere su un’apposita sezione del Fondo per la crescita sostenibile: i contributi devono essere compresi tra i 50mila euro e i 700mila euro e non possono essere comunque di importo superiore all’ammontare delle attività complessivamente previste dal programma di sviluppo e alle capacità di rimborso dell’impresa beneficiaria. I finanziamenti devono essere a tasso zero, di durata non inferiore a 3 anni e non superiore ai 10, e devono comprendere un periodo di preammortamento massimo di 2 anni.

Beneficiari
Oltre alle imprese sequestrate o confiscate o che hanno acquistato o affittato imprese sequestrate o confiscate, possono partecipare al bando le cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati e le cooperative di lavoratori dipendenti dell’impresa confiscata affittuarie di beni aziendali confiscati.

Risorse finanziarie
Sono stati stanziati 3 milioni di euro annui, per tre anni, destinati alle agevolazioni in forma di garanzia e  7 milioni di euro annui, sempre per tre anni, destinati alle agevolazioni sotto forma di finanziamento agevolato. Una quota pari al dieci per cento delle risorse annualmente disponibili nella Sezione del Fondo crescita è riservata, per un periodo di dodici mesi dalla data di avvio della presentazione delle domande, alle richieste di finanziamento agevolato presentate da imprese beneficiarie che, alternativamente o congiuntamente prevedono nel biennio successivo alla erogazione del finanziamento agevolato la realizzazione di investimenti produttivi o di investimenti per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro; sono in possesso del rating di legalità

Scadenza
Sono due le fasi previste dal bando: la compilazione della domanda a partire dalle ore 10 del 10 marzo 2017 e il relativo invio, a partire dalle ore 10 dell’11 aprile 2017.
Le domande possono essere presentate dalle imprese beneficiarie esclusivamente tramite la procedura informatica che è accessibile dal sito internet del Ministero (www.mise.gov.it).

SCARICA IL BANDO
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario;jsessionid=bVgJLSZxyhrXLzf6MrJbEg__.ntc-as5-guri2b?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-12-21&atto.codiceRedazionale=16A08753&elenco30giorni=false

TABELLA
Agevolazioni previste
Garanzie a titolo gratuito fino a un importo massimo di 2,5 milioni e nella misura dell’80 per cento
Finanziamenti agevolati a tasso zero tra i 50mila euro e i 700mila euro
Beneficiari
Imprese sequestrate o confiscate
Imprese che acquisiscano i complessi aziendali di quelle oggetto di sequestro o confisca
Cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati
Cooperative di lavoratori dipendenti dell’impresa confiscata affittuarie di beni aziendali confiscati
Scadenze
Compilazione della domanda: dalle ore 10 del 10 marzo 2017
Invio della domanda: dalle ore 10 dell’11 aprile 2017