Aggiudicata gara da 5,7 mln per i Campi Flegrei. A giorni tocca ai Corpi idrici di Salerno

59

“La Giunta Caldoro sta andando avanti nell’attuazione dei Grandi progetti regionali, seguendo i soggetti beneficiari in modo che procedano spediti nelle procedure previste. Oggi “La Giunta Caldoro sta andando avanti nell’attuazione dei Grandi progetti regionali, seguendo i soggetti beneficiari in modo che procedano spediti nelle procedure previste. Oggi si registrano due novità importanti nell’ambito di distinti Grandi progetti che riguardano il miglioramento dell’ambiente e la depurazione. La prima riguarda l’aggiudicazione (in via provvisoria) della gara da 5 milioni 750mila euro del Grande progetto ‘Risanamento ambientale e Valorizzazione laghi flegrei’ che servirà, in particolare, al risanamento idraulico dei bacini del lago d’Averno e del lago Lucrino nonché all’attuazione dell’intervento fognario in via Napoli; la seconda rientra nel Grande progetto regionale ‘Corpi idrici superficiali’ della provincia di Salerno, di cui è ente beneficiario la Provincia di Salerno: è stata trasmessa alla Stazione unica appaltante, ossia il Provveditorato alle Opere Pubbliche e partirà dunque a giorni la gara per lavori pari a 12 milioni 906mila euro relativi al Comparto 5 (Area Irno-Picentino-Tusciano)”. Ne danno notizia l’assessore Edoardo Cosenza, delegato dal presidente Stefano Caldoro al coordinamento dei Grandi progetti, e l’assessorato all’Ambiente della Regione Campania. “Con la gara aggiudicata oggi nell’ambito del Grande progetto Laghi flegrei – si sottolinea – salgono a nove i lotti assegnati, pari a 49 milioni di euro (sugli 11 complessivi che valgono, in totale, 65 milioni). I fondi serviranno ad attuare opere per la salvaguardia e la valorizzazione di un’area straordinaria sia dal punto di vista ambientale, che paesaggistico che archeologico”. “La gara inviata alla Stazione unica appaltante dalla Provincia di Salerno – evidenzia la nota – riguarda invece l’attuazione di opere fondamentali per la depurazione e lo smaltimento dei reflui di Salerno e altri 8 comuni della sua provincia: Baronissi, Battipaglia, Bellizzi, Faiano, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Pellezzano e Pontecagnano. Si tratta, in dettaglio, del completamento degli interventi di adeguamento funzionale e potenziamento dell’impianto di depurazione comprensoriale di Salerno, del completamento del sistema fognario a servizio dei collettori comprensoriali, dell’impianto di depurazione area salernitana (Baronissi, Pellezzano, Montecorvino Rovella), della realizzazione dei collettori fognari intercomunali e comunali di adduzione reflui all’impianto di depurazione di Salerno e allacciamento a Battipaglia e Battipaglia lato ovest e della realizzazione di un collettore fognario per le acque nere di via Vigna e località Grotte Pendino nel comune di Pellezzano e degli interventi relativi al completamento del sistema fognario nel comune di Pontecagnano/Faiano”. “L’invio alla Stazione unica appaltante di questo nuovo comparto di lavori dimostra che si sta andando avanti in maniera spedita. Appena un paio di giorni fa era stato mandato a gara il Comparto 3 (area torrente Dragone). Siamo soddisfatti, nella consapevolezza che il nostro impegno è finalizzato alla salvaguardia e al miglioramento della balneazione di uno dei tratti di costa più belli del mondo. Con l’attuazione di questo Grande progetto, unitamente all’altro da 70 milioni di euro, avremo un tratto di costa sottratto all’erosione costiera, con spiagge nuove e fruibili e un mare disinquinato. Parlano i fatti come sempre. La tutela dell’ambiente, la sfida per la depurazione rappresentano una priorità“: così il governatore Caldoro. “Andiamo avanti con determinazione. Costruiamo cosi la Campania verde”, ha concluso.