Agnelli sbotta: “Basta insinuazioni”

17

Torino, 25 ott. – (Adnkronos) – “La Juventus rispetta alla lettera le procedure di vendita e non può consentire che si insinui ancora oggi che la nostra società possa essere associata al fenomeno del bagarinaggio”. Cosi il presidente di della Juventus, Andrea Agnelli, in apertura di assemblea degli azionisti, a pochi giorni dalla sui presunti rapporti opachi esistenti tra dirigenti bianconeri, ultrà e ‘ndrangheta realizzata dal giornalista Federico Ruffo.

“Le uniche cose per cui la Juventus è stata sanzionata (dalla giustizia sportiva, ndr) – ha ricordato Agnelli – è aver venduto biglietti in numero superiore a quanto previsto dalla legge Pisanu, che è di quattro a persona, e che il nostro responsabile alla sicurezza Alessandro D’Angelo ha favorito l’introduzione e di materiale non autorizzato al secondo anello di questo stadio in occasione del derby 2014. Su entrambi questi fatti è doveroso un chiarimento: dopo i fatti in questione Juventus rispetta alla lettera le procedure di vendita e non può consentire che si insinui ancora oggi la nostra società possa essere associata al fenomeno del bagarinaggio”, ha ribadito il presidente juventino.