Agrati si espande negli Usa con l’aiuto di Simest

120

Agrati Spa, azienda della Brianza creata nel 1939, attiva nella produzione di sistemi di fissaggio prevalentemente per il mercato automotive, si espande negli Usa con il contributo di Simest.
L’amministratore delegato di Simest, Andrea Novelli, e il presidente e amministratore delegato di Agrati Spa, Cesare Agrati, hanno firmato un accordo per l’ingresso della società partecipata da Cassa Depositi e Prestiti nel capitale della Agrati Usa Corp, holding  statunitense di Agrati Group, veicolo tramite il quale si è perfezionata l’acquisizione della Continental Midland Group (Cmg), una delle principali società di sistemi di fissaggio degli Stati Uniti d’America rivolta al mercato automotive, con quattro stabilimenti produttivi negli stati  dell’Illinois, Ohio e Indiana. 
Simest investirà 16 milioni di euro nella statunitense Agrati Usa Corp (14% del capitale) ed erogherà un contributo sugli interessi dei finanziamenti stanziati da banche italiane a supporto dell’acquisizione. La dimensione dell’operazione effettuata dal gruppo Agrati è superiore a 200 milioni di euro, tra le più grandi annunciate quest’anno da aziende italiane con target negli Usa. 
L’acquisizione di Cmg posiziona Agrati tra i più grandi produttori di sistemi di fissaggio nel mondo: i dipendenti della società passeranno da 1.980 a 2.500, mentre il fatturato consolidato supererà i 650 milioni di euro attraverso la crescita da 8 a 12 siti produttivi e da 4 a 5 centri logistici.