Agricoltura biologica, via al piano strategico nazionale

59

Via libera in Conferenza Stato Regioni al Piano Strategico nazionale del biologico. Il Piano, risultato del lavoro portato avanti dal Mipaaf insieme a tutta la filiera, prevede una serie di obiettivi mirati per la crescita del settore, sia in termini di mercato che di superficie dedicata all’agricoltura biologica, da raggiungere entro il 2020 attraverso un set di azioni specifiche. Lo rende noto il ministero delle Politiche agricole in un comunicato. “L’approvazione del Piano – sottolinea il ministro Maurizio Martina rappresenta un passaggio importante per un settore sempre più strategico per tutto il Paese, come ci dimostrano anche i consumi interni che nell’ultimo anno sono aumentati in modo esponenziale segnando + 20%. In questo momento di forte crescita è fondamentale quindi mettere in campo una strategia di insieme e a lungo termine, in grado di dare un indirizzo preciso allo sviluppo del biologico così da coordinare al meglio le politiche di sostegno e dare allo stesso tempo risposte concrete alle esigenze degli operatori“.

Partendo dalla particolare fase di sviluppo dell’agricoltura biologica in Italia e in stretto raccordo con il tavolo di filiera del biologico, aggiunge il viceministro con delega al biologico, Andrea Olivero, “abbiamo definito le linee guida strategiche per favorire e indirizzare uno sviluppo armonico del settore in Italia“. Il lavoro, che ha tratto linfa dal confronto e dalla partecipazione che abbiamo avuto in Expo 2015, sottolinea Olivero, “ha aperto un dibattito specifico sul tema, con l’obiettivo di mettere a sistema le scelte politiche per il comparto, un approccio che può essere sintetizzato in quattro principi: coordinamento delle iniziative di sviluppo, tutela del consumatore, semplificazione e ricerca. Con questo lavoro corale davvero l’agricoltura biologica cambia passo“. In Italia il biologico rappresenta oltre 1,3 milioni ettari di superficie, più di 55.000 operatori, con un fatturato di quasi 4 miliardi di euro. Nell’ultimo anno i consumi interni di prodotti biologici hanno registrato un incremento del 20%.