Agricoltura, intesa sul riparto dei fondi Feasr. Caputo: Soluzione equa, Sud e Campania non saranno penalizzati

43
in foto l'assessore Nicola Caputo durante il suo intervento al Senato

di Nicola Rivieccio

Scongiurata la penalizzazione della Campania e delle altre Regioni meridionali nella ripartizione delle risorse rese disponibili dalla regolamentazione transitoria dell’Unione Europea per le annualità 2021 e 2022 del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), ai sensi del Regolamento (UE) 2020/2220.
“Finalmente abbiamo trovato un punto di sintesi sui criteri di riparto dei fondi Feasr. Sarà creato un fondo ad hoc – questo è il punto di mediazione – di circa 92 milioni che andrà a compensare la perdita di risorse delle regioni del Sud”. Lo annuncia Nicola Caputo, assessore all’Agricoltura della Regione Campania. “In sostanza, per il 2021 – afferma Caputo – sarà applicato il criterio del 90% storico e 10% nuovi criteri, mentre per il 2022, le aliquote saranno del 70% storico e del 30% nuovi. Dunque per il 2021-2022 il ministro Stefano Patuanelli, che ringrazio per la disponibilità che ha sempre dimostrato al confronto, ha garantito a ciascuna regione le dovute risorse. Il Consiglio dei Ministri si terrà nei prossimi giorni per l’adozione dei provvedimenti”.
La Campania e le regioni del Mezzogiorno hanno sostenuto la ripartizione delle risorse finanziarie Feasr rese disponibili dal regolamento transitorio per le annualità 2021 e 2022 secondo i medesimi criteri utilizzati nell’attuale periodo di programmazione coerentemente con gli obiettivi della politica dello sviluppo rurale. Con i colleghi delle Regioni Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia ed Umbria , l’assessore Caputo aveva  ritenuto opportuno riaffermare il criterio storico per la ripartizione dei Fondi FEASR per il prossimo biennio, perchè coerente con le decisioni assunte nel passato, con la ripartizione effettuata dall’Europa tra gli Stati membri e con il sistema dei conti pubblici territoriali.
“Non resta che rimboccarci le maniche per definire i criteri di riparto delle risorse Feasr per il periodo 2023-2027 – conclude Caputo -. Mi sembra un grande risultato per la Regione Campania e per tutte le Regioni. Tenacia, determinazione e senso di responsabilità hanno portato ad un risultato importante per l’agricoltura della Campania, del Sud e del Paese”.