Agroalimentare, in Campania la vendemmia va male ma l’export continua a crescere

165

Il vino della Campania continua a macinare primati, soprattutto sui mercati esteri: nei primi nove mesi del 2017 – secondo Regione Campania – ha avuto un incremento del 18,8 per cento sul 2016, grazie anche al grande lavoro di ricerca sui prodotti effettuato negli ultimi anni e ad una produzione che con un occhio al mercato e l’altro alla qualità ha saputo crescere in competenze e riconoscimenti. Ma la vendemmia 2017 (attesa ad un meno 20 per cento secondo Assoenologi) pone l’accento sulla necessità di elaborare strategie difensive per evitare che possa essere erosa la quota di mercato estero conquistata fino ad oggi, visto che un’eventuale mantenimento dei margini basato solo su un eventuale aumento dei prezzi avrebbe un effetto non duraturo sulla capacità di penetrazione dei mercati esteri e sulla redditività e competitività delle aziende vitivinicole campane.