Agroalimentare, “Insolita Campania”: 5 Gal in campo per valorizzare i prodotti tipici

57

La valorizzazione delle produzioni agricole, le risorse culturali, artigianali ed enogastronomiche di qualità dei territori campani, sono i protagonisti dell`evento che viene presentato a Rest Art Rome, domani sul tema: «Il progetto di Cooperazione Riscoperta e Valorizzazione della Ruralità Mediterranea» a cura di 5 Gal campani: Alto Casertano, Colline Salernitane, I sentieri del buon vivere, Titerno, Vallo di Diano. Così i rappresentanti di ogni singolo territorio parleranno delle loro in ambito storico, artistico, naturalistico ed enogastronomico, alla presenza di giornalisti, blogger e operatori del settore turistico coordinati dal giornalista Giuseppe Grifeo. Un progetto di cooperazione interregionale finanziato nell`ambito del PSR Regione Campania 2007/2013, nato grazie all`impegno di cinque Gruppi di Azione Locale (Gal) convinti che il turismo rurale non si compone solo di luoghi di partenze e di arrivi, ma si racconta attraverso il riavvicinamento alle tradizioni, alla storia e ai modi di vivere dei territori campani. Il progetto avviato a fine luglio 2015, sulla buona scia della programmazione regionale 2000-2006 e di cui la Regione Campania è Autorità di Gestione responsabile, si pone l`obiettivo ambizioso di aggregare le eccellenze dei territori rurali in un’offerta omogenea, denominata «Insolita Campania», proponendo un viaggio alla scoperta di risorse culturali, paesaggistiche, artigianali ed enogastronomiche profondamente radicate nei territori campani, che offrono qualità, accoglienza e cortesia. Il marchio di qualità «Ruralità Mediterranea» cui aderiscono i cinque Gal, garantisce un sistema collettivo di qualità riconoscibile e di eccellenza in materia di turismo e rappresenta un valido e dinamico strumento di accreditamento di prodotti e aziende.