Agroalimentare, “Oscar Green” per l’olio della Scuola Medica Salernitana

66

L’olio extravergine di oliva “Scuola Medica Salernitana“, prodotto dalle piante di ulivo dell’Azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, in collaborazione con Coldiretti, si aggiudica il premio “Paese Amico” dell’Oscar Green Campania 2016, riconoscimento assegnato agli Enti virtuosi impegnati in progetti sostenibili e innovativi. A ritirare il premio, al Maschio Angioino di Napoli, nel corso delle decima edizione di Oscar Green, promosso da Coldiretti, il direttore generale dell’Azienda ospedaliero-univeristaria, Nicola Cantone.

L’olio extravergine di oliva “Scuola medica salernitana” è stato prodotto dall’Azienda ospedaliera “Ruggi”, grazie alla collaborazione di Coldiretti Salerno e dell’Oleificio Antica Volcei di Buccino che ha curato la trasformazione e la potatura delle piante. Nelle prossime settimane saranno piantumati altri olivi su un terreno adiacente l’ospedale. L’olio – prodotto ancora in piccole quantità su circa 250 piante di proprietà dell’ospedale – rifornisce la mensa ospedaliera ed è destinato ai pazienti del nosocomio.

Siamo molto soddisfatti – osserva il presidente di Coldiretti, Vittorio Sangiorgioche un progetto così innovativo sia stato realizzato a Salerno e abbia conquistato un riconoscimento prestigioso come l’Oscar Green è un tassello che va a consolidare la strategia di valorizzazione delle produzioni a km 0 e dell’olio extravergine di oliva della nostra provincia, attraverso un filiera cortissima. E’ anche un esempio virtuoso di collaborazione istituzionale che intendiamo rafforzare“. Secondo il direttore Cantone: “Si tratta di un progetto che va nella direzione del miglioramento della qualità dei servizi della nostra Azienda. L’olio prodotto viene utilizzato dal servizio mensa interno per la preparazione dei piatti da destinare ai pazienti. + la dimostrazione di una perfetta sinergia istituzionale che porta vantaggi per la collettività. Stiamo lavorando ad altre iniziative, in particolare ad un innovativo progetto per l’anno prossimo di filiera corta che porterà grandi benefici al territorio“. Erano presenti, tra gli altri, il consigliere delegato all’Agricoltura della Regione Campania Franco Alfieri, il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda, la senatrice Angelica Saggese e il presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio.