Aispis presenta il progetto “Donne e Giustizia”

206

Il prossimo 6 giugno a Napoli presso la Sala Giunta della Regione (via De Cesare 18/20) conferenza stampa di presentazione del progetto “Donne e Giustizia” promosso dall’Aispis (Accademia Italiana delle Scienze di Polizia Investigativa e Scientifica. Alla presenza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca il via per contrastare con azioni concrete il fenomeno della violenza di genere. Un tema a cui ,viste le attuali dimensioni, nessuno può rimanere indifferente. Ed è per questo che il progetto lanciato grazie all’iniziativa di Iolanda Ippolito, Antonella Cortese e Marilena Bonifacio ha fatto sì di far mobilitare attorno ad esso i massimi gradi delle forze dell’ordine. Sarà assicurata la presenza al convegno del prefetto di Napoli Carmela Pagano, dei questori della Regione Campania, del vicario del Procuratore di Napoli Raffaello Falcone, del vicario episcopale della Diocesi di Napoli don Tonino Palmese, e del presidente del Tribunale dei minori Patrizia Esposito e del presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio. Il progetto nasce dalla necessità di fornire un’efficiente risposta integrata che – partendo dal territorio locale – possa connettersi sia a livello regionale che nazionale per garantire giustizia e sicurezza. L’Aispis che ha come scopo la formazione didattica nell’ambito delle Scienze Investigative nonché in discipline correlate, si è resa disponibile alla formazione gratuita del personale delle forze dell’ordine di ogni ordine e grado. Si cerca dunque attraverso la prevenzione e la corretta informazione di arginare questo terribile fenomeno del femminicidio. Le promotrici del progetto “Donne e Giustizia” godranno del sostegno dell’assessore regionale alle Pari Opportunità Chiara Marciani e dell’attrice Antonella Stefanucci, testimonial dell’iniziativa. Per iscriversi ai corsi di formazione gratuita basta andare sul sito web dell’Aispis (www.aispis.it) o inviare il proprio curriculum vitae all’indirizzo di posta elettronica info@aispis.it.